Press "Enter" to skip to content

Indennità consiglio regionale: dichiarazione del segretario regionale e del capo gruppo in Consiglio Regionale del partito democratico

In una nota, il Segretario Regionale del Partito Democratico Silvio Lai e il capogruppo in consiglio regionale del Pd Giampaolo Diana, afferma: "Occorre non esagerare e che non esageri con le parole soprattutto chi ha responsabilità istituzionali e politiche.

Consideriamo una conquista della democrazia moderna e dei partiti popolari, la possibilità di ogni cittadino, al di la delle proprie risorse economiche, di rappresentare i cittadini nelle istituzioni. Per questo è giusto che ad ogni legislatore sia riconosciuta un'indennità adeguata al ruolo che gli è attribuito dalla Costituzione che lo renda  indipendente da condizionamenti economici esterni nel proprio operare.

Il quesito referendario non ha preteso il volontariato dei consiglieri regionali ma un contributo alla riduzione dei costi della politica, sui quali la Sardegna è stata un esempio sin dalla scorsa legislatura e può sicuramente fare molto altro.

Nello stesso tempo, consideriamo un valore l'autonomia e l'autogoverno delle istituzioni e respingiamo la deriva demagogica che rischia di travolgere la rappresentanza democratica, buttando bambino e acqua sporca.

Il Pd, conclude la nota dei due dirigenti del Pd sardo, come peraltro altre forze politiche, ha storia e rigore che sono davanti agli occhi di tutti, è una forza popolare che promuove la partecipazione e le primarie aperte, e le riforme ha sempre avuto il coraggio di farle e non solo di proporle". Com