Press "Enter" to skip to content

Ragazza di 23 anni litiga con la mamma e l’accoltella, arrestata dai carabinieri per tentato omicidio.

In riferimento alla richiesta di notizie degli organi di informazione in merito allo stato di salute della donna di 44 anni, ferita ieri a la Maddalena, con un’arma da taglio, si precisa quanto segue: La donna di 44 anni giunta nel tardo pomeriggio di ieri al Pronto Soccorso dell’ospedale Paolo Merlo di La Maddalena con una quindicina di ferite procurate da un’arma da taglio nella parte del tronco superiore, ieri notte, dopo un delicato intervento chirurgico eseguito dal personale maddalenino, è stata trasferita nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia.

La vittima è ora cosciente e il respiro spontaneo, rimane ricoverata in osservazione nel reparto di Rianimazione dell’ospedale olbiese in prognosi riservata. Fortunatamente il fendente non ha lesionato organi vitali.
Nel frattempo la figlia che ha accoltellato la mamma dopo essere stato dichiarata in arresto per tentato omicidio, è stata a sua volta portata in ospedale per una visita neurologica e in attesa delle decisioni dei medici la giovane rimane in stato di arresto in attesa di essere trasferita in carcere.

Il fatto è successo nel pomeriggio di eri, verso le 18.30, in un’abitazione di via Fanti 2 a La Maddalena,  madre e figlia, Daniela Cuccadu, di 44 anni e Valentina D’Arco, di 23 anni, hanno iniziato a litigare sempre più violentemente e, poi, all’improvviso la ragazza ha impugnato un coltello da cucina e con 3 fendenti ha colpito la madre a torace, collo e addome.
La donna subito dopo è stata soccorso e accompagnata da un’ambulanza del 118 all’ospedale maddalenino dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, tuttora in corso. La prognosi è riservata. La ferita più grave è quella all’addome.

Le indagini sono condotte dai carabinieri della locale Stazione e della Sezione Operativa di Olbia.