Press "Enter" to skip to content

Elezioni amministrative, centrosinistra a valanga in tutta Italia: vince a Roma e Torino.

Roma, 18 Ott 2021 - Si sono chiuse le urne nei 65 comuni chiamati a votare per il turno di ballottaggio per l'elezione del sindaco. Al via lo spoglio delle schede. Coinvolti circa 5 milioni di elettori. Affluenza in calo al 43,94% contro il 52,67%. A Torino l'affluenza è stata del 42,13%, nuovo minino storico. A Roma al 40,68% in calo di 8 punti sul primo turno.

In base alla IV proiezione Consorzio Opinio Italia per Rai a Roma il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri è al 60,3% il candidato del centrodestra Enrico Michetti al 39,7%, con una copertura del campione del 95%.

Il candidato sindaco del centrosinistra a Torino Stefano Lo Russo è al 59,2% mentre il candidato sindaco di centrodestra Paolo Damilano è al 40,8%. (copertura al 97%).

A Trieste la III proiezione vede il candidato del centrodestra Roberto Dipiazza al 51,6% mentre il candidato del centrosinistra Francesco Russo al 48,4%. (campione al 100%).

I primi exit poll che avevano anticipato questi risultati erano stati accolti con applausi e urla di gioia tanto a Roma quanto a Torino.

"Grazie ai romani per questo risultato così significativo, di cui sono onorato. Ci metterò tutto il mio impegno". Lo ha detto Roberto Gualtieri, candidato a sindaco del centrosinistra per Roma, nella sede del suo comitato elettorale. Gualtieri ha ringraziato poi i suoi sfidanti nella sede del suo comitato elettorale: Enrico Michetti, Carlo Calenda e la sindaca di Roma Virginia Raggi "per l'impegno profuso in questi anni". Gualtieri ha ringraziato inoltre i volontari del suo comitato e ha parlato di "una bellissima campagna elettorale".

Poi Gualtieri ha lanciato un appello: "Mi rivolgo a tutte le forze sociali, economiche e politiche: è il momento di realizzare un Patto per Roma. Chiedo a tutte le forze della città, ai corpi sociali e associativi, di partecipare a una grande stagione di rilancio di Roma". Pensando anche all'astensionismo "un fenomeno grave che abbiamo visto in questi giorni - ha aggiunto Gualtieri - daremo vita a una grande stagione di bella politica partecipata".

Roberto Dipiazza è, per la quarta volta, sindaco di Trieste. Candidato del centrodestra, ha vinto il ballottaggio contro il candidato del centrosinistra, Francesco Russo, autore tuttavia di una incredibile rimonta. Lo ha detto lui stesso - "ho vinto" - intervenendo in collegamento in diretta con l'emittente televisiva TeleQuattro, quando mancano sei sezioni al termine dello spoglio ed è in vantaggio di circa tre punti, 51,6% contro 48,4%. Russo partiva da quasi 16 punti di svantaggio.

Il 24 ottobre si voterà in Trentino Alto Adige (Merano e Brentonico). In Sardegna (Capoterra) e Sicilia (Canicattì, Rosolini, Porto Empedocle, San Cataldo, Favara, Adrano, Vittoria, Lentini) oltre a domenica 24, si voterà anche lunedì 25 ottobre.

"Bravo Roberto Gualtieri, sarai un grande Sindaco! Bravi tutti, ora Roma". Lo scrive su Facebook il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, che posta una foto dell'abbraccio con l'ex ministro dell'Economia.

"Una vittoria meritata, conseguita grazie a tenacia, passione, serietà e competenza di Roberto Gualtieri. #Roma, con il nuovo sindaco, ha scelto l'Europa e il futuro". Lo scrive su twitter David Sassoli, presidente del parlamento Ue.

"Congratulazioni a Roberto Gualtieri. Il nuovo sindaco saprà lavorare nell'interesse della nostra comunità. Da parte mia ci sarà leale e costruttivo sostegno nelle battaglie che avranno a cuore Roma". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi si complimenta con Roberto Gualtieri.

"Si profila un quasi cappotto. Con questa tornata il Pd dovrebbe avere oltre il 70% dei sindaci d'Italia. Riconquistiamo Roma, Torino e Napoli e questo sposta gli equilibri". Lo dice il coordinatore dei sindaci del Pd Matteo Ricci parlando al Nazareno. "Ha vinto il partito dei sindaci con la guida forte di Enrico Letta", aggiunge.

A Varese il primo cittadino uscente Davide Galimberti ha raggiunto il 53,78% delle preferenze, rispetto al 46,22% dell'avversario, il leghista Matteo Bianchi, che gli ha telefonato per complimentarsi. Accolto da un lungo applauso, Bianchi è arrivato alla storica sede varesina del Carroccio di piazza del Podestà, spronando i suoi sostenitori e dicendo loro: "La partita è chiusa, ma non è un funerale, c'è chi vince e c'è chi perde, l'importante è essere a posto con la propria coscienza".

Il comune di Savona torna al centrosinistra: è infatti Marco Russo il nuovo sindaco della Città della Torretta, il suo vantaggio è consolidato (circa 62% contro 38%) e l'esito ormai certo. Gli elettori lo hanno preferito ad Angelo Schirru, candidato del centrodestra. Russo, sostenuto dal Pd-Articolo Uno, Patto per Savona, Sinistra per Savona e RiformiAmo ha confermato il risultato del primo turno.

È Piero Castrataro (centrosinistra) il nuovo sindaco di Isernia: scrutinio ancora in corso, ma ha superato il 50% più uno delle preferenze ottenendo 5574 voti con un ampio vantaggio sullo sfidante del centrodestra Gabriele Melogli.

A Benevento Clemente Mastella si avvia verso la conferma del suo secondo mandato a sindaco con il 52,7 per cento dei voti al ballottaggio contro il 47,2 del suo avversario del centro destra Luigi Diego Perifano.

A Latina è in vantaggio con il 54.12% delle preferenze Damiano Coletta, candidato sindaco sostenuto da Pd e M5S. Vincenzo Zaccheo del centrodestra si trova al momento al 45,88%.

Avviato alla vittoria il sindaco uscente di Caserta Carlo Marino, leader della coalizione di Centrosinistra. Dagli ultimi dati raccolti Marino sfiora il 53%, l'avversario, Gianpiero Zinzi del Centrodestra, il 46%.

Il candidato del centrosinistra, Franz Caruso, è stato eletto sindaco di Cosenza. In base ai dati definitivi del Viminale, al termine dello scrutinio delle 82 sezioni, ha avuto il 57,59% dei voti contro il 42,41% dello sfidante del centrodestra, Francesco Caruso.

Comments are closed.