Press "Enter" to skip to content

Alberto Scanu è il nuovo Presidente di Confindustria Sardegna

Alberto Scanu, 45 anni, imprenditore con interessi nel campo immobiliare, delle costruzioni, della sanità e della produzione di energia da fonti rinnovabili, è il nuovo Presidente di Confindustria Sardegna.
Succede a Massimo Putzu che, come da statuto, dopo un quadriennio al vertice dell’associazione regionale, ha concluso il suo mandato.
Alberto Scanu è stato eletto questa mattina dalla Giunta di Confindustria Sardegna riunita a Cagliari.

Il neo Presidente nell’illustrare al parlamentino della Confindustria regionale il suo Programma ha ribadito la necessità di una politica per una nuova industrializzazione.

La Sardegna ha infatti bisogno di un’industria che investa nelle nuove tecnologie e nell’innovazione, che possa contare su migliori condizioni di operatività grazie alla semplificazione normativa e allo snellimento ed efficientamento della macchina amministrativa regionale, più internazionalizzata, che possa contare su un miglior accesso ai finanziamenti e ai mercati dei capitali, capace di investire in capitale umano e competenze.

Scanu ha evidenziato come si tratti di intervenire in maniera concreta anche su alcuni asset prioritari: le riconversioni e le bonifiche dei siti industriali come trampolino di lancio per nuove competenze in campo ambientale e per un rilancio dei territori; le infrastrutture che vanno completate e potenziate laddove necessario; credito e finanza che vanno resi più accessibili per le imprese, specie per le piccole e medie e per le nuove imprese innovative; la burocrazia che stritola le imprese; l’energia, dove la Sardegna dovrebbe puntare ad un’autonomia nel campo delle fonti rinnovabili; il welfare e la salute, che devono essere viste come fonte di sviluppo e non solo elemento di costo per la regione; l’attrazione degli investimenti

Il neo Presidente nel prossimo biennio sarà affiancato da Giuseppe Ruggiu, attuale Presidente di Confindustria Oristano, che è stato eletto Vice Presidente vicario, su proposta dello stesso Scanu. A lui è stata anche attribuita la responsabilità sull’Organizzazione del Sistema regionale.
La Giunta, sempre su proposta del Presidente entrante, ha inoltre provveduto ad eleggere la squadra di Consiglieri incaricati ai quali viene attribuito il compito di coordinare le aree di attività.

Roberto Biornioli coordinerà l’area Ambiente ed Energia; Davide Collu, il Turismo; Pierluigi Pinna, l’Agroalimentare e l’Internazionalizzazione; Antonello Garau, la Green Economy; Mario Mariani, la Ricerca e l’Innovazione Tecnologica; Silvio Pippobello, i Trasporti e le Reti di Servizio; Massimo Spena, la Cultura.

Inoltre al Comitato Regionale dei Giovani Imprenditori è stato attribuito il compito di presidiare l’importante tema dell’Education. Com

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »