Press "Enter" to skip to content

Zelensky chiede alla Nato l’abbattimento dei missili russi nei nostri cieli: proseguono gli attacchi di droni russi a Kharkiv.

Kiev, 21 Magg 2024 – Quattro persone sono rimaste ferite stanotte in un attacco di droni russi sulla città ucraina orientale di Kharkiv, rende noto il governatore dell'omonima regione Oleh Suniehubov su Telegram. Diverse residenze private e garage hanno preso fuoco in seguito all'attacco e gli operatori di emergenza sono stati inviati sul posto, specificano le autorità locali.

Quattro persone sono rimaste ferite stanotte in un attacco di droni russi sulla città ucraina di Kharkiv, rende noto il governatore dell'omonima regione Oleh Suniehubov su Telegram. Diverse residenze private e garage hanno preso fuoco in seguito all'attacco e gli operatori di emergenza sono stati inviati sul posto, specificano le autorità locali.

Le forze armate dei Paesi vicini alla Nato potrebbero intercettare i missili russi in arrivo sul territorio ucraino, ha dichiarato Voldymyr Zelensky. Il presidente ucraino ha dichiarato alla Reuters: “I russi stanno usando 300 aerei sul territorio ucraino. Abbiamo bisogno di almeno 120, 130 aerei per resistere nel cielo", ha detto. L'Ucraina sta aspettando la consegna di jet da combattimento F-16. Zelensky ha detto che se i Paesi non potessero fornire subito gli aerei, potrebbero comunque farli volare dai vicini Stati della Nato e abbattere i missili russi.

La Polonia ha arrestato nove membri di un presunto giro di spie russe in relazione a presunti complotti di sabotaggio, ha dichiarato lunedì il primo ministro Donald Tusk. “Al momento abbiamo nove sospetti detenuti e incriminati, che sono stati direttamente coinvolti a nome dei servizi (di intelligence) russi in atti di sabotaggio in Polonia”, ha dichiarato Tusk all'emittente privata TVN24. “Si tratta di cittadini ucraini, bielorussi e polacchi”, ha detto Tusk, suggerendo che alcuni potrebbero essere stati reclutati da ambienti criminali. I detenuti sono accusati di “percosse, incendi dolosi e tentativi di incendio doloso”, secondo Tusk, che ha detto che i complotti russi non riguardano solo la Polonia, ma anche la Lituania, la Lettonia e forse la Svezia.

La scorsa notte le forze ucraine hanno abbattuto 28 dei 29 droni kamikaze Shahed-131/136 lanciati dai russi. Lo riporta Rbc-Ucraina citando il comandante dell'aeronautica di Kiev, Mykola Oleschuk. "La notte del 21 maggio 2024, il nemico ha attaccato con 29 droni d'attacco del tipo Shahed-131/136 da tre direzioni: Primorsko-Akhtarsk, Kursk e Capo Chauda. In seguito al combattimento antiaereo, 28 Shahed sono stati abbattuti nelle regioni di Odesa, Mykolaiv, Dnipropetrovsk, Kharkiv, Cherkasy, Kherson e Kirovohrad", ha scritto Oleshuk.

La ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, è arrivata questa mattina a Kiev per una visita non annunciata per ragioni di sicurezza. Baerbock aveva in programma anche una visita a Karkhiv, ma il viaggio è stato annullato per motivi di sicurezza. Al suo arrivo nella capitale ucraina, la ministra tedesca ha fatto riferimento alla difficile situazione del Paese e ha assicurato la solidarietà all'Ucraina. "La situazione in Ucraina è ancora una volta peggiorata drammaticamente con i massicci attacchi aerei russi sulle infrastrutture civili e la brutale offensiva russa nell'area di Kharkiv", ha detto Baerbock, che ha anche chiesto un maggiore sostegno internazionale all’Ucraina nella difesa aerea. “Per proteggere l’Ucraina dalla pioggia di missili e droni russi, c'è urgentemente bisogno di una maggiore difesa aerea”. Per questo motivo, ha spiegato Baerbocok, con il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha avviato un'iniziativa globale per una maggiore difesa aerea per Kiev. Quasi un miliardo di euro è stato ora raccolto per fornire ulteriore supporto alle forze di difesa aerea ucraine: "Stiamo lavorando intensamente affinché questo diventi ancora di più. Abbiamo girato ogni pietra più volte e abbiamo aperto la strada con un'unità Patriot aggiuntiva. Ora dobbiamo unire le forze affinché l’Ucraina possa sopravvivere, affinché gli ucraini possano continuare a vivere una vita autodeterminata in futuro. E affinché le truppe di Putin non si ritrovino presto ai nostri confini”. "Il nostro sostegno è radicato nella profonda convinzione che l'Ucraina vincerà questa guerra, Putin ipotizza che prima o poi ci mancherà l'aria, ma abbiamo la capacità di resistere. La Germania, insieme a molti altri paesi di tutte le parti del mondo, è fermamente dalla parte dell’Ucraina”, ha detto ancora la ministra degli Esteri tedesca.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from PRIMA PAGINAMore posts in PRIMA PAGINA »

Comments are closed.