Press "Enter" to skip to content

Deputato Usa: verso l’ok a fornitura missili a lungo raggio Atacms a Kiev. Nella notte  per l’ennesima volta russi hanno bombardato Kharkiv.

Cagliari, 1 Apr 2024 - Il presidente della Camera Usa, il repubblicano Mike Johnson, ha dichiarato che il Congresso degli Stati Uniti voterà sugli aiuti all'Ucraina "subito dopo" la fine della pausa per le vacanze pasquali, il 7 aprile, dopo mesi di stallo sul dossier.
Gli aiuti statunitensi all'Ucraina sono stati ritardati dall'autunno 2023 a causa delle lotte intestine al Congresso. A febbraio, un pacchetto di aiuti da 95 miliardi di dollari a Ucraina, Israele e Taiwan e' passato al Senato con un sostegno bipartisan, ma Johnson finora ha esitato a portarlo al voto nella Camera a maggioranza repubblicana.
Anche il deputato Gop, Michael McCaul, capo della Commissione per gli affari esteri della Camera, ha dichiarato il 24 marzo che prevede che Johnson porterà gli aiuti al voto dopo Pasqua, nonostante i segnali che il sostegno a Johnson per mantenere la sua posizione si stia riducendo all'interno del suo stesso partito.
Il 28 marzo il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha avuto una telefonata con Johnson, letta come un altro segnale che l'iter per lo sblocco degli aiuti sta andando avanti. In un'intervista con l'ex deputato repubblicano Trey Gowdy, che attualmente conduce un talk show su Fox News, Johnson ha detto che si aspetta che il disegno di legge venga votato a breve, ma ha aggiunto che conterrà "alcune importanti innovazioni". Lo speaker della Camera non ha chiarito a cosa si riferisse.

Nelle ultime 24 ore le forze armate ucraine rivendicano di aver ucciso ben 710 militari russi, il cui totale dei caduti dall'inizio dell'invasione russa il 24 febbraio 2022 ammonta ora - secondo Kiev - a 442.880. Lo ha affermato sul suo canale Telegram il Comitato strategico delle forze armate, citato da Rbc-Ucraina.
In 24 ore, inoltre, i difensori ucraini avrebbero distrutto anche 35 veicoli militari e 32 sistemi d'artiglieria nemici, secondo la stessa fonte. 

I russi hanno bombardato Kharkiv mentre in città sono risuonati i boati di una esplosione. Lo riferisce Rbc-Ucraina, citando il canale Telegram del capo dell'Amministrazione militare regionale di Kharkiv (Ova) Oleg Sinegubov. "Gli occupanti stanno scioperando. I residenti di Kharkiv e della regione stanno nei rifugi", ha scritto Sinegubov.
L'aeronautica militare ucraina aveva avvertito del lancio di bombe aeree guidate da parte di aerei tattici in direzione della regione di Kharkiv. Successivamente hanno anche avvertito della minaccia dell’uso di armi balistiche nelle regioni di Sumy, Poltava e Dnipropetrovsk.

I russi hanno bombardato Kharkiv mentre in città sono risuonati i boati di una esplosione. Lo riferisce Rbc-Ucraina, citando il canale Telegram del capo dell'Amministrazione militare regionale di Kharkiv (Ova) Oleg Sinegubov. "Gli occupanti stanno scioperando. I residenti di Kharkiv e della regione stanno nei rifugi", ha scritto Sinegubov.
L'aeronautica militare ucraina aveva avvertito del lancio di bombe aeree guidate da parte di aerei tattici in direzione della regione di Kharkiv. Successivamente hanno anche avvertito della minaccia dell’uso di armi balistiche nelle regioni di Sumy, Poltava e Dnipropetrovsk.

Un'indagine condotta dalla testata investigativa The Insider in collaborazione con 60 Minutes e Der Spiegel avrebbe  scoperto prove del collegamento tra un'anomala condizione di salute di cittadini americani in Usa e all'estero, nota come sindrome dell'Avana, e l'uso di armi a "energia diretta" usate da membri dell'Unita' 29155 dell'intelligence militare russa (Gru).
Membri della famigerata squadra di sabotaggio del Gruo sono stati localizzati sulla scena di sospetti attacchi contro personale governativo statunitense all'estero e loro familiari, portando le vittime a chiedersi cosa sappia Washington sulle origini della sindrome dell'Avana e quale risposta occidentale appropriata potrebbe comportare.
La sindrome dell'Avana ha attirato l'attenzione pubblica per la prima volta nel 2017 in relazione a strani disturbi che avevano colpito più di venti funzionari della Cia e del dipartimento di Stato inviati a Cuba sulla scia delle rinnovate relazioni diplomatiche tra l'amministrazione Obama e il governo guidato dal fratello di Fidel Castro, Raul.
I casi sono stati registrati all'Avana tra maggio 2016 e settembre 2017, quando l'amministrazione Trump ha ridotto radicalmente la presenza del dipartimento di Stato nell'isola caraibica e la Cia ha ritirato tutto il suo personale dalla riaperta ambasciata degli Stati Uniti. Ma pochi nella comunità dell'intelligence credevano che dietro il fenomeno ci fossero i cubani. Considerata l'enorme influenza di Mosca sulla nazione guidata dai comunisti, la teoria prevalente era che i russi avessero effettuato gli attacchi come parte di uno sforzo per ostacolare il riavvicinamento Usa-Cuba.

Infine la divertente richiesta dei russi all’Ucraina: Mosca insiste sulla pista ucraina nel "sanguinoso attacco terroristico del 22 marzo al Crocus City Hall", sottolineando che "non è il primo contro il nostro Paese negli ultimi tempi". Lo ha affermato ieri il ministero degli Esteri russo, secondo quanto riporta la Tass, ribadendo che "gli investigatori hanno trovato prove".

Le autorità russe hanno chiesto a Kiev l'arresto e l'estradizione di coloro che sono coinvolti in questi "attacchi". Tra cui "il capo della Sbu Vasiily Malyuk, che ha riconosciuto che l'Ucraina aveva organizzato l'attacco al ponte di Crimea a ottobre 2022 e rivelato dettagli di altri attacchi terroristici in Russia".

La Russia ha posizionato delle chiatte vicino all'ingresso della struttura della Flotta del Mar Nero del porto marittimo di Novorossijsk, nel tentativo di migliorare le difese del porto contro gli attacchi delle navi di superficie senza equipaggio ucraine. Lo ha dichiarato il Ministero della Difesa britannico in un aggiornamento di intelligence sull'Ucraina. Recenti analisi delle immagini hanno identificato quattro chiatte posizionate all'ingresso della struttura della Flotta del Mar Nero del porto di Novorossijsk. Il ministero ritiene che questo passo rappresenti uno sforzo per migliorare le difese del porto contro gli attacchi degli USV ucraini. Secondo l'intelligence britannica, a causa degli attacchi ucraini nel porto di Sebastopoli, quello di Novorossijsk ha ora un ruolo cruciale "nel proteggere i beni più preziosi della Flotta del Mar Nero".

L'esercito russo sta formando gruppi di fuoco mobili per contenere le minacce dei droni ucraini, ma non riesce a mettere in campo questi gruppi nella scala richiesta nel breve termine. Lo scrive l'Institute for the Study of War di Washington nel suo ultimo rapporto. Secondo il rapporto, le forze armate russe stanno formando doteranno questi gruppi di fuoco di termocamere, sistemi di guerra elettronica e mitragliatrici montate su pick-up, ma nulla si sa sull'ubicazione dei gruppi e sulle loro dimensioni. "La decisione del comando militare russo di formare i gruppi di fuoco mobili è probabilmente una risposta alla recente intensificazione degli attacchi con i droni ucraini contro le raffinerie di petrolio russe a febbraio e marzo", si legge nel rapporto.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from PRIMA PAGINAMore posts in PRIMA PAGINA »

Comments are closed.