Press "Enter" to skip to content

Ucraina: bombardamenti russi. Mosca, Putin firma decreto arruolamento 147.000 militari.

Kiev, 31 Mar 2024 – Le forze russe hanno lanciato ondate multiple di droni e missili nelle regioni meridionali dell'Ucraina nella notte del 31 marzo, danneggiando le infrastrutture negli oblast di Odessa e Kherson", ha riferito il Comando operativo meridionale dell'Ucraina.

"Le esplosioni hanno danneggiato le infrastrutture energetiche nell'oblast di Odessa e una struttura agricola nell'oblast di Kherson.
Unità di difesa aerea hanno abbattuto otto droni Shahed nell'oblast di Odessa durante la notte", hanno detto le autorità. I detriti provocati dalla caduta dei droni hanno provocato un incendio in una centrale elettrica locale, provocando blackout nella zona.

"Le forze russe faticano a schierare con successo i sistemi di difesa aerea contro gli attacchi dei droni ucraini e non sono nemmeno riuscite a proteggere obiettivi importanti in “aree ben difese” all’interno della Russia", ha affermato l’Istituto per lo studio della guerra (ISW) nel suo rapporto di ieri.

"L’Ucraina ha intensificato gli attacchi dei droni contro le raffinerie di petrolio russe nei mesi di febbraio e marzo, interrompendo una percentuale sostanziale della capacità della raffineria del paese".

"Le forze russe sembrano avere difficoltà a dispiegare correttamente i sistemi di difesa aerea a corto raggio lungo i vettori di volo previsti per i droni ucraini, e l'esercito russo sembra non essere riuscito a coprire importanti obiettivi potenziali in aree presumibilmente ben difese all'interno della Russia", ha affermato l'ISW.

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha firmato un decreto per l'arruolamento obbligatorio nelle forze armate per il periodo da aprile a luglio. Il provvedimento, scrive l'agenzia Tass, riguarda tutti i cittadini della Federazione russa fra i 18 e i 30 anni che non sono nella riserva e che sono soggetti alla leva militare. Si tratta, scrive Tass, di 147.000 coscritti, che entro l'estate saranno arruolati e inviati presumibilmente a combattere in Ucraina. Si prevede anche il congedo per i militari che abbiano completato il servizio militare.

Secondo dati ufficiali, in autunno erano stati arruolati per un anno in 130.000.

L'esercito russo recluta circa 30.000 soldati al mese per la guerra in Ucraina. È quanto sostiene l'intelligence britannica, secondo cui "la Russia mantiene un significativo vantaggio quantitativo nel conflitto, superando l'Ucraina per munizioni e attrezzature". "È probabile che la Russia stia reclutando circa 30.000 uomini in più al mese e che possa continuare ad assorbire le perdite e a portare avanti attacchi mirati a logorare le forze ucraine", si legge nell'aggiornamento pubblicato su X.

Secondo l'intelligence britannica, le forze russe sono state in grado di sfruttare la recente conquista della città orientale di Avdiivka, mantenendo "un'avanzata graduale" a ovest della città. "Alla fine di marzo hanno quasi certamente preso il controllo di due villaggi - Tonenke e Orlivka - e stanno continuando a contenderne altri nella zona". "La Russia - conclude l'intelligence - ha continuato ad attaccare in diversi altri punti della linea del fronte, ma nelle ultime settimane ha fatto pochi progressi".

I servizi di sicurezza del Cremlino erano a conoscenza della minaccia dell'Isis giorni prima dell'attentato alla Crocus City Hall di Mosca dove sono morte almeno 143 persone. A suggerirlo sarebbero documenti dell'intelligence russa ottenuti da un'organizzazione investigativa con sede nel Regno Unito. Secondo il Dossier Center di Londra, infatti, nei documenti ci sarebbe stata la prova che i tagiki radicalizzati dall'Isis-K - il ramo centroasiatico del gruppo terroristico - avrebbero potuto essere coinvolti in un attacco. Come spiega la Cnn, il Dossier Center è un gruppo investigativo russo sostenuto da Mikhail Khodorkovsky, un ex magnate del petrolio russo in esilio diventato critico del Cremlino. Già in precedenza il centro ha portato alla luce dettagli sul presidente russo Vladimir Putin e il suo regime, spesso utilizzando documenti e fughe di notizie provenienti dall'interno del governo russo.

"Pochi giorni prima dell'attacco terroristico, i membri del Consiglio di sicurezza hanno ricevuto l'avvertimento che i cittadini tagiki potevano essere utilizzati in attacchi terroristici sul territorio russo", si legge nell'ultimo rapporto del gruppo pubblicato ieri, in riferimento all'agenzia di sicurezza russa mentre si sottolinea come  "anche prima dell'attacco al Crocus, una fonte vicina ai servizi  segreti ne aveva parlato al Dossier Center

Sabato due civili ucraini sono stati uccisi a Krasnohorivk nella regione di Donetsk in seguito ai bombardamenti russi. Lo ha detto Vadym Filashkin, capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk, in un post su Telegram, come riferisce Ukrinform.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from PRIMA PAGINAMore posts in PRIMA PAGINA »

Comments are closed.