Press "Enter" to skip to content

Le stelle del Balletto del Teatro Nazionale di Praga in Romeo e Giulietta, amatissimo capolavoro di Prokof’ev, al Teatro Lirico di Cagliari.

Cagliari, 8 Nov 2022 - Venerdì 11 novembre alle 20.30 (turno A), per la Stagione lirica e di balletto 2022 del Teatro Lirico di Cagliari, va in scena, per otto rappresentazioni (di cui una fuori abbonamento), il sesto appuntamento che prevede il ritorno della grande danza classica d’autore con Romeo e Giulietta, balletto in tre atti, su libretto di Sergej Prokof’ev, Sergei Radlov, Adrian Pëtrovskij e Leonid Lavrovskij, dalla tragedia omonima di William Shakespeare, e musica di Sergej Prokof’ev (Soncivka, 1891 - Mosca, 1953), assente dalla scena cagliaritana dal gennaio 2006 (Hamburg Ballett/John Neumeier).

L’immortale e celeberrima storia d’amore dei due sventurati amanti veronesi va in scena nell’interpretazione degli 80 ballerini del prestigioso Corpo di Ballo e dei Solisti del Teatro Nazionale di Praga - Národní Divadlo (direttore artistico Filip Barankiewicz), con la coreografia di John Cranko, le scene e i costumi di Jürgen Rose e le luci di Jürgen Rose e Valentin Däumler.

Nei due ruoli principali si alternano: Alina Nanu/Irina Burduja/Romina Contreras (Giulietta), Paul Irmatov/Federico Ievoli/Patrik Holeček (Romeo).

A dirigere l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari è stato invitato Václav Zahradnik, che ritorna a Cagliari dopo aver diretto, nel dicembre 2012, La bella addormentata di Čajkovskij.

Fin dalla sua prima rappresentazione otto decenni fa, Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev è stato messo in scena da compagnie rinomate in tutto il mondo, come uno dei pilastri del repertorio del balletto classico.

John Cranko creò originariamente un adattamento di Romeo e Giulietta per il corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano, la cui produzione vedeva la celebre prima ballerina Carla Fracci e il ballerino Mario Pistoni nei ruoli principali. Quattro anni dopo, nel 1962, il Balletto di Stoccarda, da lui diretto, presentò una versione rivista, con Márcia Haydée e Ray Barra. La produzione di John Cranko è tuttora immensamente popolare e fa parte del repertorio di numerose compagnie di fama mondiale quali: Balletto Nazionale del Canada, Balletto Australiano, Balletto dell’Opera di Parigi, Balletto di Stato di Vienna, Joffrey Ballet di Chicago, Teatro Municipal di Santiago del Cile, Balletto Nazionale Finlandese, Balletto Nazionale Cinese di Pechino, Balletto di Stato Bavarese, Balletti di Boston e Washington.

Questa nuova produzione dell’adattamento di John Cranko dell’immortale racconto di William Shakespeare, che trasmette con forza le emozioni umane, presenta le coinvolgenti scenografie e i costumi originali di Jürgen Rose, designer di fama mondiale.

Il balletto ha una durata complessiva di 2 ore e 35 minuti circa compresi due intervalli.

Romeo e Giulietta viene replicato: sabato 12 novembre alle 19 (turno G); lunedì 14 novembre alle 17 (fuori abbonamento); martedì 15 novembre alle 20.30 (turno F); mercoledì 16 novembre alle 20.30 (turno B); giovedì 17 novembre alle 19 (turno E); venerdì 18 novembre alle 20.30 (turno C); sabato 19 novembre alle 17 (turno D).

I posti in teatro sono identificati, come sempre, per ordine (platea, prima e seconda loggia) e per settore (giallo, rosso e blu). Ad ogni settore corrisponde un prezzo (invariato dalla Stagione lirica e di balletto 2020), secondo il diverso valore dei posti.

Prezzi biglietti: platea da € 75,00 a € 50,00 (settore giallo), da € 60,00 a € 40,00 (settore rosso), da € 50,00 a € 30,00 (settore blu); I loggia da € 55,00 a € 40,00 (settore giallo), da € 45,00 a € 30,00 (settore rosso), da € 40,00 a € 25,00 (settore blu); II loggia da € 35,00 a € 25,00 (settore giallo), da € 25,00 a € 20,00 (settore rosso), da € 20,00 a € 15,00 (settore blu).

Ai giovani under 30 ed ai disabili sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

È consentito l’uso dei voucher (Stagione concertistica 2020 - Stagione lirica e di balletto 2020) per il pagamento dei biglietti (dietro presentazione degli stessi voucher). Si invita ad utilizzare il pagamento elettronico (carte di credito e bancomat), soprattutto per un’eventuale differenza da integrare (se il voucher fosse di importo inferiore al prezzo del biglietto). Com

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from CULTURA - SPETTACOLOMore posts in CULTURA - SPETTACOLO »

Comments are closed.