Press "Enter" to skip to content

Presidente del Consiglio Regionale Gianfranco Ganau su atto intimidatorio al consigliere e sindaco di Bottida Daniele Cocco: “fronte comune per risposte immediate dal governo”

 

Roma, 1 aprile 2016 – “Massima solidarietà all'amico e collega Daniele Cocco. A lui e alla sua famiglia arrivi la vicinanza dell'intera Assemblea sarda”.

Il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau è intervenuto con una nota, in merito all'ennesimo attentato nei confronti di un amministratore che questa volta coinvolge direttamente il Parlamento sardo considerato che il primo cittadino di Bottida, Daniele Cocco, è anche capogruppo di Sel in Consiglio regionale.

“La notizia colpisce e sconcerta anche per la frequenza con la quale ormai quasi quotidianamente e in questo caso addirittura in contemporanea, avvengono episodi criminali di questo tipo. Bene hanno fatto i parlamentari sardi che proprio a pochi giorni dall'attentato al vicesindaco di Belvì hanno deciso di scrivere direttamente al Ministro Alfano e al Presidente Grasso. Occorre ora senza più alcuna esitazione un fronte comune che coinvolga direttamente parlamentari sardi, deputati e senatori, la Giunta e l'intera Assemblea sarda. Servono risposte immediate – aggiunge il presidente Ganau – per le quali la Sardegna e i suoi amministratori non possono più aspettare. Bene l'Osservatorio attivato dal Ministro Alfano, ma occorrono risorse mezzi e uomini per consentire di individuare i colpevoli e azioni mirate a promuovere seriamente una cultura delle legalità”.

 

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from POLITICAMore posts in POLITICA »