Press "Enter" to skip to content

Ucciso ieri sera a Noragugume a fucilate mentre rientra dall’ovile un pastore del paese.

Noragugume (Nu), 20 Nov 2015 - Un altro pastore della provincia nuorese, Giampietro Argiolas, è stato ucciso ieri sera nelle campagne del paese mentre si accingeva a far rientro a casa. I micidiali colpi di fucile, caricato a pallettoni, hanno quindi troncato senza via di scampo la vita dell’allevatore del piccolo centro della provincia barbaricina.

Ora a Noragugume si tema la ripresa dell’antica faida che ha bagnato di sangue il territorio del piccolo comune. Infatti, in molti ricordano al mattanza che ha lasciato molti cadaveri a terra tra 1998 al 2000 quando il paesino, di appena 400 abitanti, fu totalmente permeato dalla morte. Otto morti ammazzati in due anni, uno ogni tre mesi. Più altri due tentati omicidi.

carabinieri di pattuglia nord SardegnaIn quegli anni, le sentenze di morte eseguite a cominciare dalla notte del 12 giugno 1998, quando Giuseppe Cherchi, pastore di 58 anni, cadde sotto colpito dalla micidiali e infallibili fucilate. Lui fu il primo. Due mesi dopo, il 12 agosto, toccò al fratello Salvatore, 62 anni, ammazzato a poche centinaia di metri dal suo ovile, sulla strada provinciale per Ottana. Ed in seguito, poco dopo la sepoltura di quest’ultimi, che il 25 agosto arrivò la terza croce sotto la quale fu sepolto Francesco Corda, 38 anni, ucciso da una scarica di pallettoni.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!