Press "Enter" to skip to content

A Saremar: Deiana incontra lavoratori a Carloforte

Carloforte, 5 Ott 2015 – Una clausola di salvaguardia nella procedura di gara per la gestione dei collegamenti con le isole minori, che a giorni sarà resa pubblica, consentirà il riassorbimento del personale Saremar. Lo ha ribadito l’assessore ai Trasporti Massimo Deiana anche durante l’incontro tenuto questo pomeriggio al municipio di Carloforte, nel corso di un Consiglio comunale aperto, alla presenza del sindaco e di numerosi cittadini.

“L’opportunità di essere riassunti, in base alle condizioni previste dalle norme e dal contratto collettivo nazionale, riguarderà tutti i lavoratori a tempo indeterminato, esclusi naturalmente coloro che avranno maturato i requisiti per il pensionamento, e non prevederà alcun giorno di interruzione”, ha detto Deiana. Spiegando che il nuovo gestore delle tratte dovrà attenersi a questo obbligo, ovviamente, alla luce di un piano industriale sostenibile e di un investimento adeguato. La soluzione tecnica per salvaguardare l'occupazione è stata esaminata sotto il profilo amministrativo e giuridico dagli advisor nominati dalla Regione per l'elaborazione del bando, ed è rispettosa degli orientamenti in materia espressi dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

RisorCome ribadito nel recente incontro a La Maddalena, Massimo Deiana ha fatto sapere che si attende adesso di conoscere con esattezza l’ammontare delle risorse che il ministero dell’Economia stanzierà nei prossimi nove anni per l’esercizio della continuità territoriale con le isole minori, prevedendo una cifra orientativa intorno ai 13 milioni ogni dodici mesi.

Pertanto, le tratte Portoscuso-Calasetta/Carloforte e La Maddalena/Palau, saranno messe a bando sino al 2024 e all'invito a presentare le manifestazioni di interesse potranno aderire tutti i vettori marittimi comunitari, con una serie di requisiti minimi richiesta dalla Regione. “Successivamente - ha aggiunto il titolare dei Trasporti - nel momento in cui si dovranno definire i dettagli del contratto di servizio, le comunità locali saranno ancora una volta interpellate”.

“L’impegno della Giunta Pigliaru su questa vertenza è stato massimo - ha fatto sapere ancora l’assessore - sino ad ora abbiamo consentito alla Compagnia marittima di operare grazie all’accesso al concordato preventivo del Tribunale fallimentare e alle scelte responsabili portate avanti dal Consiglio regionale”.  Ultimata la procedura di gara aperta, trasparente e non discriminatoria, “l'obiettivo sarà ora quello di garantire gli attuali livelli occupativi e di rispondere alle esigenze dei sardi e della Sardegna”, ha concluso l'assessore. Red

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!