Press "Enter" to skip to content

Sport dilettantistico e formazione professionale al centro del lavoro dell’Ottava Commissione del Consiglio regionale, presieduta da Carlo Sanjust.

Carlo Sanjust, presidente ottava Commissione: “Approvati, all’unanimità due provvedimenti a favore dello sport dilettantistico e della formazione professionale”

I commissari hanno approvato all’unanimità una Proposta di Legge su “Fondo di garanzia per le associazioni sportive dilettantistiche”, presentata dal gruppo Il Popolo della Libertà, primo firmatario Carlo Sanjust, e, sempre all’unanimità è passata una risoluzione sui crediti vantati dalle agenzie di formazione professionale nei confronti della Regione.

Con la Proposta di legge, la Regione consente il rilascio di garanzie su linee di credito concesse dalle banche alle associazioni sportive dilettantistiche per rifinanziamenti di durata compresa fra 36 e 154 mesi, nonché alla rinegoziazione del tasso applicato con il proposito di poter sostenere piani di ammortamento attraverso rate meno elevate.

Destinatari di queste agevolazioni creditizie, sono, esclusivamente, le associazioni sportive dilettantistiche con personalità giuridica, una anzianità di almeno 35 anni e che non siano mai state riconosciute responsabilit di indurre e/o consentire l’assunzione di sostanze alteranti sulla base della normativa antidoping. Le stesse società devono essere iscritte al Coni e ad almeno una federazione sportiva.

La dotazione finanziaria minima prevista è di un milione e mezzo di euro all’anno (moltiplicatore 2) e le garanzia rilasciate sono pari all’80% dell’importo garantito, per un massimo di 100 mila euro per ciascuna associazione. Alle società sportive, inoltre, viene data anche la possibilità di riaccedere al fondo, una volta estinto il precedente.

«In questo modo – ha dichiarato Carlo Sanjust – alle società dilettantistiche viene offerta la possibilità di accedere a questo fondo di garanzia al fine di poter avviare, con una certa serenità, programmi di investimento finalizzati a sostenere i processi di crescita che ciascun sodalizio si propone».

L’altro provvedimento approvato all’unanimità dall’ottava Commissione, riguarda un altro fondo di garanzia destinato, questa volta, agli enti di formazione professionale.

La risoluzione, infatti, tende a sollecitare la Giunta ad approvare una delibera con la quale vengono erogati, nuovamente, i 15 milioni di euro che originariamente erano destinati alla Formazione professionale e che nel 2010 erano stati dirottati alle infrastrutture.

Su sollecitazione degli enti di formazione, oberati dai debiti su crediti non ancora esigiti dalla Regione, l’assessorato della Programmazione ha assunto un impegno ufficioso per ripristinare quanto destinato alla Formazione professionale.

Ecco il motivo della risoluzione: sollecitare la delibera per adempiere, nei termini di legge agli oneri finanziari a favore degli enti di formazione, stabilire una calendarizzazione dei pagamenti dei crediti con date certe, e a promuovere una politica di individuazione dei crediti nei confronti degli enti di formazione al fine di renderli liquidi ed esigibili, nella prospettiva di eventuali cessioni degli stessi alla Sfirs.

Il presidente Carlo Sanjust, sottolinea il lavoro proficuo fatto in Commissione, evidenziato dal fatto che i due importanti provvedimenti sono stati approvati all’unanimità a seguito di un partecipato e condiviso dibattito fra i componenti sia di maggioranza sia di opposizione. Com