Press "Enter" to skip to content

Il leader del Partito Democratico Bersani a Radio Anch’io: “Insieme fino al 2013, poi viaggi separati”

"Si viaggia insieme fino alle prossime elezioni,poi si viaggerà separati", ha ribadito Bersani, ai microfoni Rai di RadioAnch'io, a proposito dell'intesa tra i leader di Pdl, Pd e Terzo poloin sostegno a Monti.

"Se questa esperienza può seminare qualcosa di buono, lo puòfare anche in tema di civilizzazione del bipolarismo", ha poiaggiunto, "questo e' un punto che potremmo acquisire".

"Mi trovo benissimo con il professor Monti, nonvoglio tirargli la giacca", ha detto il segretario del Pd sollecitatosul futuro della leadership di Monti dopo le politiche del 2013."Se scoprirsi un mattino che il professor Monti è un appassionato delprogramma e delle prospettive del Pd ecco quella sarebbe una bellagiornata. Ma lasciamolo lavorare, ha già un sacco di problemi nonaggiungiamo anche questo".

"Noi diamo un messaggio rivolto verso tutti glistati popolari, certo nell'elettorato leghista qualcuno è stato preso ingiro...", ha detto Bersani rispondendo a una domanda sulla possibilità cheil Pd intercetti i voti dei leghisti delusi dallo scandalofondi. "Non dimentico l'origine della Lega che non era nè xenofobané secessionista né volgarmente antipolitica - ha ricordatoBersani -. La Lega era per fare pulizia, contro la burocrazia e peril decentramento, dopo un po' prese una piega che ci ha portatoal disastro. Ora dico solo che la pulizia politica a nord e a sud nonè stata fatta. Se qualche elettore leghista mi ascolta...".

 "Di Penati nonlo sapevo io e non lo sanno ancora i magistrati. Vedremo, per ora Penatinon è più iscritto al Pd. Questa cosa di mettere tutti nel mucchio non mi sembrasensatissima". Bersani reagisce così a Radio Anch'io a chi gliricorda che i leader di partito come Rutelli e Bossi e anche lui, nonsapevano nulla delle attività di dirigenti o tesorieri del partito.

Bersani ha respinto al mittente, durante latrasmissione, le critiche di un ascoltatore del Movimento 5 stelle cherimproverava a partiti di ricorrere ai fondi pubblici inveceche all'autofinanziamento. "Ai grillini voglio dire: non pensino di avereinventato l'acqua calda". "E' da quando sono nato che facciocollette e verso soldi
al mio partito. Se vogliono - ha aggiunto - gli spiego come si fa. Si stupirebberodelle mie storie".