Press "Enter" to skip to content

L’inizio estate 2024 dive l’Italia in due: rovesci e temporali su gran parte del paese. Allerta arancione in Emilia-Romagna.

Cagliari, 24 Giu 2024 - Una nuova perturbazione è in transito sull’Italia ed è la causa di un sensibile aumento dell’instabilità al Centro-Nord. Ci aspettano, dunque, almeno fino a mercoledì, ancora rovesci e temporali, a carattere sparso ma anche di forte intensità, potenzialmente capaci di portare nubifragi e forti grandinate. 

Nel frattempo, grazie alle correnti relativamente più fresche che la accompagnano, la perturbazione sta spazzando via il caldo davvero intenso che ha riguardato soprattutto il Centro-Sud. Il calo delle temperature in qualche caso sarà davvero brusco (anche 10/12 gradi in meno nel giro di pochi giorni), con i valori che torneranno quasi dappertutto vicini alla norma per questo periodo dell’anno e in qualche caso anche leggermente inferiori alla norma climatica, soprattutto al Nord.

Tra mercoledì e giovedì la situazione atmosferica diventerà via via meno instabile e le temperature torneranno a salire. Ma per l'ultimo weekend di giugno il tempo sarà ancora molto incerto a causa di una nuova perturbazione che farà sentire i suoi effetti soprattutto al nord.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. Per la giornata di oggi, lunedì 24, la Protezione civile ha diramato un'allerta arancione su molte aree dell'Emilia-Romagna e gialla in altre zone della stessa Emilia-Romagna e di altre sette regioni, Veneto, Toscana, Sardegna, Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo.

A causa del maltempo che si è abbattuto nel Bresciano a Salò si è staccata una frana. La Gardesana Sp45 bis è stata chiusa nel tratto che corre tra il bivio con via di Seminario e quello con la strada che porta alla frazione di Renzano. Sul posto la Polizia locale. Si attendono i tecnici Anas per valutare alcuni dissesti verificatisi in zona. La strada rimane chiusa tutta la notte. 

Una frana di notevoli dimensioni ha interessato oggi la strada degli Eroi, sul Monte Pasubio (Vicenza), isolando al momento il Rifugio Papa, che può essere raggiunto solamente a piedi transitando su altri percorsi. L'enorme quantità di ghiaia e massi precipitata a valle e causata quasi sicuramente dalle abbondanti piogge, ha ricoperto completamente la carreggiata. I primi sopralluoghi hanno escluso la presenza di persone o mezzi. 

Una violenta perturbazione meteorologica ha colpito il Bresciano, causando gravi disagi in diversi comuni. Le squadre di vigili del fuoco sono intervenuti per fronteggiare gli allagamenti e rimuovere gli alberi caduti. Si registrano circa centocinquanta richieste di soccorso tecnico urgente da parte dei cittadini, che si trovano in difficoltà a causa dei danni provocati dalla tempesta.

La Valtellina e la Valchiavenna sono state flagellate da violente raffiche divento. La zona più colpita, da folate fino a 80 km all'ora, il mandamento di Morbegno con piante sradicate, cartelloni pubblicitari abbattuti, tegole cadute sulle strade e tetti di capannoni scoperchiati in tutto o in parte. L'allarme è scattato dalle ore 20.00.

Comments are closed.