Press "Enter" to skip to content

Prosegue il maltempo nel Nord Italia: nubifragi al Nord, allerta rossa in Veneto e a Milano: meteo in peggioramento.

Cagliari 21 Magg 2024 - Scatta ancora l'allerta rossa nelle prossime 24 ore in Veneto a causa della nuova ondata di maltempo che si prepara a colpire secondo le previsioni da oggi tutto il Nord Italia con forti temporali e nubifragi.

Allerta rossa per rischio idrogeologico con forti piogge anche a Milano e il territorio dei fiumi Seveso e Lambro. Mentre il bollettino meteorologico che la Regione Veneto si appresta a emettere "sarà sicuramente di massima allerta", avverte il governatore Luca Zaia, che teme ulteriori danni nelle zone già colpite dall'alluvione della scorsa settimana.

Le prime piogge, "potrebbero non essere problematiche se non avessimo già avuto tanta pioggia - ha aggiunto Zaia - Il terreno al momento non è in grado di assorbire quell'acqua". Sono attese precipitazioni "da 100 millimetri, il che vuol dire circa 10 centimetri d'acqua al metro quadrato", conclude il governatore.

Già ieri il maltempo si è fatto sentire nella pianura padana: una bomba d'acqua ha colpito Pavia, dove i vigili del fuoco hanno tratto in salvo una donna di 74 anni che era rimasta bloccata nella sua auto in una strada, nel territorio comunale di Zavattarello, invasa dall'acqua e dal fango in seguito ad uno smottamento. Strade allagate e danni a Vignola e Savignano, in provincia di Modena, per un prolungato temporale che ha interessato i due comuni, ma anche la zona della Valsamoggia bolognese.

Il fronte temporalesco si sposterà anche verso il Centro-Nord con un rapido peggioramento del tempo che partirà dalla Sardegna e si sposterà verso Toscana, Umbria e Lazio, con piogge abbondanti e rischio di grandine che potrebbero causare allagamenti improvvisi e nuove esondazioni, come avvenuto la scorsa settimana in Lombardia per i fiumi Seveso e Lambro, quest'ultimo il primo fiume a superare gli argini a causa della pioggia incessante.

Il flusso instabile del clima interesserà anche la giornata di domani con un'intensificazione delle precipitazioni che si abbatteranno su Liguria, alta Toscana, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Negli ultimi giorni, numerosi sono stati gli interventi di soccorso sul territorio a causa dei danni "importanti" provocati dalla bomba d'acqua e che ancora non sono stati completamente arginati. Zaia li ha definiti "ingenti", ma "ancora non abbiamo un dato", ha precisato. Disagi e rischi che hanno provocato smottamenti, crolli e hanno coinvolto anche gran parte della viabilità con tratti di strada chiuse, in particolare sottopassaggi rimasti bloccati e linee ferroviarie interrotte, soprattutto in Lombardia. Danni che hanno interessato anche il comparto agricolo. Secondo le stime di Cia Veneto, infatti, è andato perso il 30% delle semine, con danni pari a circa 50 milioni di euro.

Una situazione che appare ancora molto complessa e che Zaia ha già definito "un evento eccezionale per la stagionalità e le sue caratteristiche", come non capitava da più di 100 anni.

L'ondata di maltempo ha interessato anche il Friuli Venezia Giulia, in particolare il pordenonese, e la Bassa Romagna, nel Ravennate. Continuano a preoccupare i livelli del Po, cresciuti in Lombardia e in Emilia-Romagna. L'agenzia Aipo ha stimato che i livelli del fiume possono nuovamente crescere con l'arrivo di nuove precipitazioni, con valori prossimi alla soglia 1 di criticità.  In crescita costante il livello del lago di Como.

Da mercoledì, invece, l'alta pressione tornerà ad avanzare verso il Centro-Sud dove il tempo tornerà a essere soleggiato. Un'Italia, dunque, che continua ad essere spaccata in due dal meteo, con le regioni a Nord messe in ginocchio dal maltempo, mentre il Sud Italia resta ancora caratterizzato da un clima caldo e soleggiato con temperature al di sopra della media stagionale.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from PRIMA PAGINAMore posts in PRIMA PAGINA »

Comments are closed.