Press "Enter" to skip to content

Il maltempo sferza l’Italia del nord. Emergenza in Lombardia e Veneto.

Cagliari, 16 Magg 2024 - Il maltempo continua a sferzare la città di Milano e la Lombardia. La pioggia cade, quasi senza interruzione, da ieri sera.

Dopo una giornata e una notte di emergenza, a Milano e in provincia, il livello dell'acqua è sceso e in molte aree la situazione è migliorata, ma nel capoluogo lombardo preoccupa ancora il livello del Lambro, appena sotto i livelli di emergenza. In città, ha precisato la Polizia Locale, è stata riaperta via Feltre intorno alle 7, ma nel quartiere di Ponte Lambro il fiume è ancora poco sotto i margini. Il meteo dovrebbe creare una finestra di tempo per far ritirare ulteriormente l'acqua ma si teme un peggioramento in serata.

Poche ore fa è stato attivato il monitoraggio continuo del servizio di piena da parte dei tecnici della Regione Veneto per il Bacchiglione, l'Agno e il Laverda, in provincia di Vicenza. Aperto alle 20.30 il 'servizio di piena' anche per il monitoraggio del livello dei fiumi di Padova. Nel Polesine e nel Padovano i Vigili del Fuoco hanno segnalato numerosi allagamenti, chiedendo il supporto del volontariato di protezione civile. Attivati i distretti del Montagnanese, del Conselvano, di Colli sud, il Gruppo Provinciale e il gruppo di Vigodarzere. Oltre ai Vigili del Fuoco impegnate 50 squadre con oltre 200 volontari di Protezione Civile. In serata di ieri non era stato necessario ancora attivare i bacini di laminazione.

A causa del livello idrometrico del fiume Lambro che a Monza risulta ancora superiore al limite di guardia (due metri), il sindaco di Monza Paolo Pilotto ha stabilito che oggi, 16 maggio, resteranno chiusi gli istituti vicino al fiume. Nel dettaglio il Nido Centro, la scuola dell'infanzia Umberto I, la scuola primaria De Amicis, la scuola secondaria di primo grado Confalonieri, l'Istituto Preziosissimo Sangue, e il Centro Nei. Tutte le altre scuole di ogni ordine e grado restano aperte. Restano inoltre interrotte al traffico alcune arterie cittadine. L'amministrazione comunale raccomanda a tutti di non avvicinarsi ai corsi d'acqua per non incorrere in inutili situazioni di pericolo.

Situazione difficile anche nel Lodigiano dove il fiume Sillaro ha raggiunto i piani terra delle abitazioni più vicine al corso d'acqua.

A causa delle forti piogge, a Lodi si sono registrati smottamenti e allagamenti in diversi sottopassi pedonali. I vigili del fuoco, in particolare, sono intervenuti nella stazione ferroviaria.

La vasca di laminazione del fiume Seveso, alle porte di Milano, in funzione dalle 6,30 di stamattina, si è riempita. Il centro operativo comunale della Protezione civile è attivo da ieri per monitorare il livello dei fiumi e coordinare gli interventi in città dove sono al lavoro le squadre di Protezione civile e MM, anche con le idrovore, per sorvegliare la vasca e i sottopassi. 

La vasca aveva evitato fino al tardo pomeriggio quando, dopo il Lambro, anche il fiume Seveso è uscito da alcuni argini con allagamenti nei quartieri di Niguarda, doveè chiuso al traffico viale Ca' Granda, Bicocca e Isola. A causa degli allagamenti sono deviate o limitate diverse linee dei mezzi pubblici, come il tram 7 che non fa servizio fra via Fulvio Testi e piazzale Lagosta, il 5 che non passa fra viale Lunigiana e il capolinea dell'Ospedale Maggiore.

A Milano, per fra fronte all'emergenza maltempo, sono in campo dalla notte scorsa anche oltre 100 tecnici di MM, la società del Comune, e 30 tra mezzi speciali, spurgo e altri. MM è anche impegnata nel funzionamento della vasca del Seveso. La vasca, l'unica attualmente in funzione, può ricevere fino a un massimo di 275mila metri cubi d'acqua.

In via Rainer Maria Rilke, i vigili del fuoco, con i sommozzatori hanno tratto in salvo una donna disabile. A causa del maltempo delle ultime ore, i Vvf di Milano hanno eseguito circa 80 interventi, 20 interventi in coda. Tutta l’area di Milano è coinvolta, senza differenze. Intenso il traffico in tutta la città.

Un violento nubifragio ha colpito nel tardo pomeriggio di ieri il basso mantovano, al confine con il modenese, e la zona a ovest al confine con la provincia di Verona, provando allagamenti. Particolarmente colpito Quistello, dove infiltrazioni d'acqua hanno allagato le locali scuole elementari e medie. Per questo il sindaco in serata ha ordinato la chiusura dei plessi per domani, in attesa di un sopralluogo più approfondito. Sott'acqua anche parecchie cantine. Molti gli interventi dei vigili del fuoco anche a Suzzara, Roncoferraro e Castel d'Ario per allagamenti di scantinati e garage. A Marmirolo le forti piogge hanno causato questa sera il crollo di una barchessa in un'azienda agricola, fortunatamente senza feriti. I vigili del fuoco sono ancora sul posto per mettere insicurezza l'edificio.

Diverse persone sono rimaste bloccate dall'acqua a causa della pioggia e delle piene del fiume Lambro a Milano, e sono state soccorse dai carabinieri in tutta la città e nell'hinterland. Il Comando provinciale dei carabinieri di Milano ha inoltre attivato servizi anti-sciacallaggio nelle zone maggiormente colpite dalle esondazioni, che proseguiranno fino a fine emergenza.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from PRIMO PIANOMore posts in PRIMO PIANO »

Comments are closed.