Press "Enter" to skip to content

Mosca preme su Kharkiv, Blinken promette: “Armi in arrivo” ma è molto tardi. Ucraini in grave affanno per soldati sul fronte e Zelensky per questioni di politica non ne arruola altri.

Kiev, 15 Magg 2023 – Se l’esercito ucraino è in affanno è solo colpa dell’occidente che lo ha lasciato senza armi e aiuti di ogni tipo. I repubblicani hanno ostacolato in ogni modo l’approvazione della legge che stanziava 61 miliardi di dollari in aiuto all’Ucraina. Poi l’errore macroscopico di Zelensky che per motivi di gradimento non ha fatto il suo dovere arruolando altre persone che servono al fronte. Se non si sveglia, lasciando fuori i calcoli elettorali, i russi se li ritrova in casa. E se arrivano a Kiev, per lui è finita. E rimane in pericolo anche la sua famiglia essendo anche questa nel mirino del criminale di guerra Putin che spudoratamente sta contando nell’aiuto, negato, di Pechino. D'altronde tra dittatori ci si intende.

Nel frattempo, vista la grave situazione sul campo, il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha annullato il viaggio che aveva programmato questa settimana in Spagna e Portogallo. Lo riportano i media spagnoli e lo confermano fonti del governo spagnolo e della famiglia reale. Secondo i media, il motivo sarebbe la grave situazione interna dell'Ucraina, che deve far fronte all'offensiva russa nel nord che minaccia Kharkiv. Venerdì a Madrid Zelensky avrebbe dovuto incontrare il re Filippo VI al Palazzo Reale in quella che sarebbe stata la sua prima visita ufficiale in Spagna, anche se era già stato a Granada lo scorso ottobre in occasione del vertice della Comunità politica europea. Durante la visita Zelensky avrebbe dovuto firmare con il presidente Pedro Sánchez un accordo di sicurezza simile a quelli che Kiev ha già firmato con Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Danimarca, Canada.

"È un momento critico per sostenere l'Ucraina, dare coraggio ai nostri soldati che non solo proteggono il nostro Paese ma il mondo libero. Non è vero che c'è una massiccia evacuazione da Kharkiv ma è vero che la situazione nella regione è difficile". Lo ha detto Andry Yermak, capo gabinetto di Volodymyr Zelensky, al forum per la democrazia di Copenaghen. "La Russia ha varato una nuova controffensiva ma teniamo le posizioni, continuiamo a combattere, siamo capaci di fermare questa offensiva ma abbiamo bisogno di armi, munizioni, artiglieria, missili di lungo raggio, e di poterli usare", ha aggiunto.

L'Ucraina ha introdotto blackout di emergenza, dopo che gli attacchi russi alle centrali elettriche hanno reso il Paese incapace di far fronte a un calo delle temperature, ha annunciato l'operatore energetico statale Ukrenergo. “Dalle 21 alle 24, Ukrenergo è costretta a introdurre spegnimenti di emergenza controllati in tutte le regioni dell'Ucraina. Il motivo è una significativa carenza di energia elettrica nel sistema a causa degli attacchi russi e dell'aumento del consumo dovuto all'ondata di freddo” ha scritto in un post su Telegram.

"La Nato sarà più sicura" con l'esercito ucraino "al suo fianco". Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, nel discorso che sta pronunciando al Politecnico di Kiev. "Avete molto da insegnare all'Alleanza", ha affermato. Nel vertice Nato di luglio a Washington, ha anticipato Blinken, "faremo passi tangibili per aumentare il ruolo della Nato nella costruzione di una forza ucraina capace e resiliente, a sostegno delle riforme che integrano l'Ucraina nell'Alleanza". 

Un attacco aereo russo contro il centro di Kharkiv, in Ucraina, ha colpito un grattacielo residenziale, ferendo almeno 17 persone, tra cui due bambini, hanno detto martedì funzionari locali. Non è stato immediatamente chiaro che tipo di arma sia stata utilizzata nell'attacco, ma è atterrata al 10° piano del condominio di 12 piani, hanno detto i funzionari su Telegram. Ihor Terekhov, il sindaco della città, ha detto che i soccorritori stavano cercando i feriti. Una persona è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni, ha aggiunto il governatore regionale Oleh Syniehubov. Un incendio è scoppiato in un altro sito di sciopero e almeno dieci garage sono stati colpiti, ha detto Syniehubov. Kharkiv, la seconda città più grande dell'Ucraina, e la regione circostante sono da tempo bersaglio degli attacchi russi, ma negli ultimi mesi i colpi sono diventati più intensi, colpendo infrastrutture civili ed energetiche.

Comments are closed.