Press "Enter" to skip to content

Sydney, attacco al centro commerciale: 7 morti, compreso l’aggressore. Tra i feriti un neonato.

Sydney, 13 Apr 2024 - Intorno alle 15 ora locale è avvenuto un attacco al centro commerciale Westfield di Bondi Junction: un uomo ha aggredito diverse persone. Sono sette i morti e altrettanti i feriti tra cui un neonato di 9 mesi. Deceduto anche l'aggressore, ucciso dalle forze dell'ordine. 

La polizia afferma che l'aggressore è un uomo di 40 anni, ma non rilascia identità e non fornisce altri dettagli. Il commissario Karen Webb afferma che non c'è alcun rischio in corso per la popolazione. L'attentatore era noto alla polizia e non ci sono indicazioni che fosse motivato ideologicamente e dunque non ci sarebbe un movente terroristico. L'uomo avrebbe agito da solo. 

L'attentatore è stato fermato e ucciso da una donna poliziotto che l'ha seguito e ha sparato quando questo ha tentato di reagire. Sui social, in particolare, alcune testimonianze la definiscono “eroina”. Lo stesso primo ministro australiano Albanese ha ringraziato pubblicamente l'agente. 

"Stiamo seguendo la situazione in Australia attraverso la nostra ambasciata a Sydney e la nostra unità di crisi. Al momento non ci risultano italiani coinvolti", ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a margine degli Stati Generali dell'Economia di Forza Italia. 

Decine di veicoli della polizia e numerose ambulanze hanno raggiunto il centro commerciale, mentre le persone tentavano la fuga in preda al panico.

Il testimone Roi Huberman ha raccontato alla Abc di essersi rifugiato in un negozio e di aver visto la gente lasciare la struttura in lacrime.

Su X sono stati pubblicati dei video tra cui uno in cui viene praticato il massaggio cardiaco a un uomo riverso a terra, chiaramente ferito all'addome. 

Un portavoce del servizio di soccorso del New South Wales ha detto che l'agenzia ha risposto a "segnalazioni di un uomo che correva per Westfield con un coltello".

L'attentatore indossava una maglia di una squadra del campionato di rugby australiano, ha raccontato un testimone ai media locali.   Secondo altre testimonianze l'uomo aveva precedentemente lasciato il centro commerciale. Quindi è rientrato con in mano quella che i testimoni hanno descritto come una grossa lama poco prima delle 15:30 locali, muovendosi con grande calma. "Camminava come se stesse mangiando un gelato nel parco", ha detto un testimone alla Abc News. Quindi ha iniziato a pugnalare i clienti in un modo che sembrava assolutamente casuale, ha detto alla polizia.

"Tragicamente, sono state segnalate numerose vittime e i primi pensieri di tutti gli australiani sono rivolti alle persone colpite e ai loro cari", ha detto il premier australiano Anthony Albanese su X, commentando l'attacco. 

"Il nostro cuore è rivolto ai feriti e offriamo i nostri ringraziamenti a coloro che si prendono cura di loro, nonché alla nostra coraggiosa polizia e ai primi soccorritori", ha aggiunto Albanese.

La premier del New South Wales (Nsw), Penny Sharpe, si è detta scioccata dall'accaduto: "I miei pensieri e quelli del governo del Nsw sono in questo momento con le vittime, le loro famiglie e i soccorritori, così come con coloro che potrebbero aver assistito a questi eventi orribili".

Da molti leader mondiali sono arrivati messaggi di cordoglio. In un post sui social media, il Principe e la Principessa del Galles hanno scritto: “Siamo scioccati e rattristati dai terribili eventi accaduti a Sydney oggi. I nostri pensieri vanno a tutte le persone colpite, compresi i cari delle persone scomparse e gli eroici soccorritori che hanno rischiato la propria vita per salvare gli altri”.

Comments are closed.