Press "Enter" to skip to content

Vigilia di Pasqua, Papa Francesco ha presieduto la veglia nella Basilica di San Pietro.

Città del Vaticano, 31 Mar 2024 - Papa Francesco ha presieduto la veglia pasquale nella Basilica di San Pietro, il tradizionale appuntamento del Sabato Santo che celebra la Resurrezione di Gesù. La decisione di non recarsi al Colosseo, ieri per la Via Crucis, aveva destato qualche preoccupazione per le condizioni di Bergoglio: la nota vaticana aveva parlato di "preservare la salute del Papa in vista della veglia e della Messa della domenica di Pasqua". E il Pontefice non è mancato alla celebrazione della vigilia e ha tenuto l'omelia.

"I muri di gomma dell'egoismo e dell'indifferenza", le sofferenze che lasciano "vuoti incolmabili", le paure che ci impediscono di compiere il bene. Sono alcuni "macigni della morte", le pietre tombali presenti nel nostro cuore che ci rubano la forza di andare avanti. Queste le parole del Papa che ha ripreso il brano del Vangelo (le donne che vanno al Sepolcro e l'annuncio del Cristo Risorto) e ha posto l'accento su due momenti "prima le donne si chiedono angosciate chi farà rotolare via la pietra dal sepolcro; poi, alzando lo sguardo, vedono che essa è già stata fatta rotolare".

Questo può accadere anche a noi ha detto Papa Francesco: "A volte sentiamo che una pietra tombale è stata pesantemente poggiata all'ingresso del nostro cuore, soffocando la vita, spegnendo la fiducia, imprigionandoci nel sepolcro delle paure e delle amarezze, bloccando la via verso la gioia e la speranza". Eppure, ha proseguito il Papa, "quelle stesse donne che avevano il buio nel cuore ci testimoniano qualcosa di straordinario: alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande". "Ecco la Pasqua di Cristo, ecco la forza di Dio: la vittoria della vita sulla morte, il trionfo della luce sulle tenebre, la rinascita della speranza dentro le macerie del fallimento".

Alla fine della celebrazione il Papa è uscito sulla sedia a rotelle attraverso la navata salutando con cenni della mano i fedeli presenti.

Comments are closed.