Press "Enter" to skip to content

Invasione da parte dello stato terrorista di Putin dell’Ucraina – Il presidente Zelensky: Sappiamo che i russi preparano nuovi attacchi, pronti a difesa.

Kiev, 28 Nov 2022 - "La prossima settimana potrebbe essere difficile come questa, ma le forze di difesa dell'Ucraina, lo Stato, insieme ai partner, si stanno preparando". Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nel suo consueto discorso alla nazione, come riferisce Ukrinform."La prossima settimana può essere difficile come quella che è passata. Le nostre forze di difesa si stanno preparando. L'intero Stato si sta preparando. Elaboriamo tutti gli scenari, anche con i partner. E la nostra unità con voi deve essere pronta. Pertanto, per favore non lasciate senza aiuto coloro che potete aiutare", ha detto il presidente. Zelensky ha quindi sottolineato che "i terroristi non si fermeranno finché avranno missili, quindi gli ucraini non dovrebbero ignorare le sirene dei raid aerei questa settimana e aiutarsi a vicenda: anziani, famiglie con bambini, coloro le cui case e parenti sono stati portati via dalla guerra".

Inoltre il presidente ucraino ha affermato che "Al momento nella maggior parte delle regioni dell'Ucraina sono in vigore interruzioni di corrente di stabilizzazione. La situazione è sotto controllo". Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky, nel suo consueto discorso alla nazione, come riferisce Ukrinform. Secondo Zelensky, dopo il massiccio attacco russo di mercoledì scorso, l'Ucraina ha ripristinato giorno dopo giorno la generazione e la fornitura di elettricità: "Ad oggi, nella maggior parte delle regioni del Paese, sono in vigore solo le interruzioni programmate di stabilizzazione. La situazione è sotto controllo da parte dei lavoratori dell'energia", ha affermato.

"Insieme e aiutandoci a vicenda supereremo anche questa sfida della guerra: questo inverno, questo tentativo della Russia di usare il freddo contro le persone. Stiamo facendo e faremo tutto il possibile per rafforzare la nostra difesa". Lo afferma in un video il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "Comprendiamo - dice - che i terroristi stanno preparando nuovi attacchi e finché avranno missili non si fermeranno. Ma la nostra capacità di aiutarci vicendevolmente e di prenderci cura dei più vulnerabili - anziani, famiglie con bambini, chi ha perso casa e parenti in guerra - il nostro mutuo soccorso è uno degli elementi di protezione dal terrore e la nostra forza". "La prossima settimana - avverte Zelensky - può essere dura come quella che è appena passata. Le nostre forze di difesa si stanno preparando. L'intero Stato si sta preparando. Elaboriamo tutti gli scenari, anche con i partner". Il presidente invita a "prestare attenzione alle allerte aeree" e a "non lasciare senza aiuto coloro che è possibile aiutare". "Insieme - è la conclusione - sopporteremo tutto".

La centrale nucleare di Zaporizhzhia rimane sotto il controllo russo, ha dichiarato l'amministrazione filorussa della città occupata di Enerhodar, sede della struttura. L'annuncio arriva dopo che il capo dell'azienda statale di energia nucleare ucraina ha suggerito che ci fossero segnali di un possibile ritiro delle forze russe dall'impianto. Petro Kotin, capo di Energoatom, ha dichiarato che "nelle ultime settimane stiamo effettivamente ricevendo informazioni secondo cui sono apparsi segnali che potrebbero prepararsi a lasciare. Si ha l'impressione che stiano facendo le valigie e rubando tutto quello che possono". Secondo i filorussi però si tratta di "falsità diffuse dai media".

Infine la presidente del Parlamento europeo ha affermato ieri da Fazio che "Noi negozieremo con la Russia quando l'Ucraina deciderà che si potrà negoziare. Non possiamo noi decidere sul loro
territorio. Sono loro che subiscono ogni giorno i bombardamenti".

Questo quanto dichiarato da Roberta Metsola, nel suo intervento a Che tempo che fa su Rai3. 

Comments are closed.