Press "Enter" to skip to content

Frana a Casamicciola: sale a sette il bilancio delle vittime. Sette vittime identificate: ecco i nomi.

Ischia, 28 Nov 2022 - Sono state tutte identificate le sette vittime finora accertate della frana di Casamicciola. La prima ad essere trovata dai soccorritori è stata Eleonora Sirabella, 31 anni. Sono stati trovati senza vita Maurizio Scotto Di Minico, 32 anni, la moglie Giovanna Mazzella, 30 anni, e il loro figlio Giovangiuseppe, nato lo scorso 4 novembre e deceduto ad appena 22 giorni di vita. Altre vittime sono Francesco Monti, 11 anni, e la sorellina Maria Teresa Monti, 6 anni: i due sono figli di due persone che figurano ancora tra i dispersi insieme a un terzo figlio. Trovata infine senza vita Nikolinca Gancheva Blagova, 58enne di nazionalità bulgara.

Il lavoro dei Vigili del fuoco a Ischia continuerà durante la notte per le ricerche dei dispersi. Lo ha confermato Luca Cari, responsabile della comunicazione dei Vigili del fuoco.

Tra i cinque dispersi che si stanno ancora cercando, ci sarebbe una famiglia composta da padre madre e figlio.

Si confermano le sette vittime accertate della frana di Casamicciola Terme all'alba di ieri. Tra queste un neonato di 22 giorni. Ancora cinque i dispersi che si continuerà a cercare questa notte. 

Gli sfollati sono saliti a 230, ma tutti sistemati in hotel o da amici e parenti. Tre i feriti tra cui uno grave. Questo il bilancio aggiornato al termine della riunione del Centro di coordinamento dei soccorsi in prefettura, a Napoli.

Tra tutto questo è stato annunciato che è in arrivo un’altra ondata di piogge. Infatti non è ancora terminata la fase di perturbazione che ha colpito l'Italia con fenomeni di precipitazioni intense come quelle che hanno contribuito a determinare la forte frana a Ischia, che ha causato morti e dispersi. I prossimi giorni porteranno, secondo le previsioni, nuove forti piogge soprattutto al Centro-sud e resta dunque alta l'allerta per la Campania. Il meteorologo Sante Laviola, dell'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), avverte infatti che è in arrivo una nuova fase di bassa pressione con fenomeni temporaleschi.

Il fango inizia a seccarsi, quando Vigili del fuoco e protezione civile si muovono non affondano più e possono procedere spediti tra i residui della frana. Così, dopo oltre 32 ore di attesa, è stata soccorsa una donna di 93 anni che era isolata nella sua abitazione in via Celario, e che aveva bisogno di medicine.

Le squadre di soccorso si sono fatte largo tra detriti e massi, una catena di uomini legati tra loro e in sicurezza, per evitare incidenti. In salvo anche tre componenti di una famiglia che viveva non molto distante dall'abitazione dell'anziana, pure bloccata a causa del fango.

Sono ancora cinque i nuclei familiari che non sono stati messi in sicurezza, nonostante il lavoro dei soccorritori. Si tratta di circa 20 persone tra adulti e bambini, tutti localizzati in abitazioni di via Pera di Basso che ancora non dispongono di acqua corrente ed elettricità.

È stata tratta in salvo una famiglia di tre persone intrappolata da ieri mattina nella propria abitazione in zona Celario, colpita dall'alluvione di Casamicciola. 

I tre, tra cui una donna 90enne non in grado di deambulare, e un'altra persona anziana, sono stati raggiunti pochi minuti fa dalle squadre di soccorso che si sono fatti strada tra il fango ed i detriti e sono riuscite a portarle in una zona sicura più a valle. Al momento sono in buone condizioni di salute e sono stati condotti da alcuni parenti. Questo nucleo familiare era già monitorato: i tre non facevano parte dei dispersi.

Comments are closed.