Press "Enter" to skip to content

Zelensky accusa Mosca di crimini contro l’umanità: milioni di persone senza riscaldamento e acqua.

Kiev, 24 Nov 2022 – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato la Russia, davanti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, di compiere un "crimine contro l'umanita'", attaccando le infrastrutture energetiche ucraine."Con le temperature sotto lo zero, diversi milioni di persone sono senza energia elettrica, senza riscaldamento e senza acqua: questo è chiaramente un crimine contro l'umanità". In collegamento video da Kiev, Zelensky ha parlato nel corso di un riunione d'emergenza che lui stesso aveva chiesto.

E pertanto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato gli esperti delle Nazioni Unite a visitare le strutture energetiche ucraine per valutare le loro condizioni: lo ha detto parlando in collegamento video nel corso di una riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull'Ucraina, convocata su richiesta di Kiev. 

"La Russia continuerà la sua offensiva in Ucraina fino a quando Kiev non assumerà una posizione negoziale realistica": lo ha detto Vasily Nebenzya, rappresentante permanente della Federazione russa alle Nazioni Unite, parlando al Consiglio di Sicurezza convocato d'urgenza su richiesta di Kiev.

"Abbiamo bisogno di sistemi di difesa aerea": al termine di una giornata di nuovi pesanti bombardamenti russi, il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha ripetuto la sua richiesta alla comunità internazionale; e lo ha fatto parlando in collegamento video da Kiev al Consiglio di Sicurezza dell'Onu, convocato d'urgenza proprio su sua richiesta.

Nella regione di Kiev il 20% dei consumatori è stato allacciato alla rete elettrica. La situazione nella capitale è molto difficile". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel corso dei suo videomessaggio serale. Difficoltà anche nella regione di Chernihiv mentre - spiega Zelensky - a Odessa "l'approvvigionamento idrico e il riscaldamento sono collegati al 100%".

La situazione si fa sempre più difficile in diverse zone dell'Ucraina dove i bombardamenti hanno provocato seri danni alle infrastrutture. Molte province infatti devono fare i conti con la mancanza di elettricità, di continui blackout. In queste immagini - che circolano sui social - si vedono molte persone a bordo di automobili, a Kiev, che cercano di acquistare - presso le poche aree di servizio - il carburante necessario per alimentare generatori elettrici di emergenza.

L'ambasciatore degli Stai Uniti all'Onu, Linda Thomas-Greenfield, ha ribadito davanti al Consiglio di Sicurezza il sostegno all'Ucraina e ha condannato con forza gli attacchi di Mosca alle infrastrutture del Paese. "L'obiettivo di Putin è chiaro - ha detto Thomas-Greenfield - sta sfruttando l'inverno come un'arma per infliggere immense sofferenze alla popolazione ucraina".

Infine il sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko, ha affermato che il 70% della capitale ucraina è ancora privo di energia, l'approvvigionamento idrico invece è stato parzialmente ripristinato.

"L'approvvigionamento idrico è già stato ripristinato sulla riva sinistra della città. Sulla riva destra, abbiamo in programma di ripristinarlo nella prima metà della giornata. Il 70 per cento della capitale è ancora senza elettricità", ha scritto sul suo canale Telegram il primo cittadino di Kiev.

Comments are closed.