Press "Enter" to skip to content

Guerra in Ucraina: Missili nella notte su Zaporizhzhia, 17 morti. I dittatore russo prima cerca di annettere questi territori con referendum vinti con il fucile alle testa mentre votano.

Kiev, 9 Ott 2022 - Sono 17 i morti nell'attacco missilistico notturno a Zaporizhzhia, nel sud dell'Ucraina. Il bilancio, provvisorio, è stato comunicato su Telegram da Anatoly Kurtev, segretario del Consiglio comunale della città.

"Secondo i dati preliminari - scrive - cinque case private sono state distrutte e circa 40 sono state danneggiate. In questo momento, si sa che 17 persone sono morte". Secondo quanto riportato dai media locali ci sono anche 44 feriti. Anche ieri la città aveva subito un attacco che aveva provocato altri 17 morti.

Nel frattempo il dittatore russo, nella sua solitudine, fa entrare e circondare Mosca da militari e carrarmati e poi comincia con le purghe staliniane con chi palesemente e sotto traccia lo contestano cercando di insorgere contro di lui, ha affermato che ormai "Gli Stati Uniti aiutano Kiev a reclutare mercenari stranieri e forniscono indicazioni su come condurre le ostilità, il che rende Washington una parte del conflitto in Ucraina".

Lo ha detto in un'intervista alla Tass il direttore del secondo dipartimento dei Paesi della Csi del Ministero degli Esteri russo, Aleksey Polischuk. "Washington continua a consegnare armi pesanti al regime di Kiev, a fornirgli dati di intelligence provenienti da numerosi satelliti militari e commerciali, ad aiutarlo a reclutare mercenari stranieri e fornire indicazioni su come condurre le operazioni militari. Tutto questo lo trasforma in un partecipante nel conflitto Anche molti esperti occidentali ritengono che gli Stati Uniti stiano conducendo una 'guerra per procura' con la Russia in Ucraina", ha aggiunto.

Anche la Bielorussia (Biancarussia), il ministero degli affari esteri della Bielorussia ha convocato l'ambasciatore dell'Ucraina per protestare contro la presunta preparazione di un attacco terroristico al territorio di Minsk. Lo scrive l'agenzia Unian. "È un'informazione che non corrisponde alla verità riferisce il ministero di Kiev: respingiamo categoricamente le insinuazioni del regime bielorusso e non escludiamo che la consegna della nota diplomatica possa rientrare nel piano della Federazione russa di portare avanti provocazioni".

Il presidente russo, Vladimir Putin, "ha perso il controllo dei suoi servizi segreti ed è molto probabile che le esplosioni sul ponte di Crimea siano state organizzate da rappresentanti delle forze di sicurezza russe, che si oppongono a vicenda".

Così Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. A suo dire, "la situazione nella Federazione Russa potrebbe molto probabilmente trasformarsi in un colpo di Stato".

Infine le forze aeree ucraine – fanno sapere - avrebbero abbattuto un drone Shaded-136 di costruzione iraniana armato con un mitragliatore. Lo ha twittato oggi Euromaidan. Il drone sarebbe stato abbattuto da una mitragliatrice di grosso calibro nell'oblast di Mykolaiv. Il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian ha negato che Teheran abbia fornito alla Russia droni per utilizzarli nella guerra in Ucraina.

Comments are closed.