Press "Enter" to skip to content

Referendum fraudolenti inventati dalla Russia e annettere i territori occupati dalla Russia.

Cagliari, 30 Sett 2022 – Anche se Putin farà festa per l’annessione dei territori occupati dalle forze armate russe in Ucraina, nazione invasa per il volere del considerato ormai da tutte le nazioni, un criminale di guerra per aver ordinato di uccidere cittadini civili innocenti, violentare donne e perfino bambini di 4 anni (barbarie mai vista in tutte le guerre del mondo), e artefice di referendum illegali e non riconosciuti da nessuno al monto e dunque i confini ucraini rimarranno quelli stabiliti prima del 2014 quando fu annessa la penisola della Crimea, domani alle 14 ora italiana (16 ora di Mosca), si terrà la cerimonia di firma dei trattati sull'adesione alla Russia dei territori dell'Ucraina dove si è appena tenuto un referendum bollato da Kiev e dalla comunità internazionale come una farsa.

La notizia viene dal solito portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, precisando che la cerimonia si terrà nella Sala Georgievsky. Peskov, citato dall'agenzia Interfax, ha anticipato che il presidente Vladimir Putin terrà un discorso. A margine, ha aggiunto, il presidente russo incontrerà i leader delle autoproclamate Repubbliche di Luhansk e Donetsk nonché delle regioni di Kherson e Zaporozhzhia.
E in vista di questa violazione internazionale la Finlandia ha deciso di chiudere i confini ai 'turisti' russi a partire dalla notte da questa notte. Lo afferma il quotidiano finlandese Helsingin Sanomat che annuncia per oggi una conferenza stampa del governo per spiegare le nuove regole per l'ingresso dei russi alla frontiera con l'obiettivo, scrive il quotidiano, "di diminuire l'arrivo dei russi in Finlandia fino alla metà del livello attuale".

Nel frattempo il criminale e dittatore russo continua ad ordinare direttamente ai suoi generali di colpire con missili aree occupate da civili innocenti e, infatti, è stata raggiunta dai missili un'area residenziale della città orientale di Dnipro: tre civili, tra cui un bambino, sono stati uccisi, cinque i feriti. Lo ha reso noto il capo dell'amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk Valenyn Reznichenko, citato da Ukrinform. "I russi hanno colpito Dnipro con missili nella notte, prendendo di mira aree residenziali. Al momento sono stati segnalati tre civili uccisi, tra cui un bambino. In cinque sono stati feriti, tra cui una ragazza di 12 anni", ha scritto Reznichenko. "I soccorritori stanno rimuovendo le macerie dove potrebbero esserci altre persone".

Infine sono in arrivo 18 lanciarazzi Himars con relative munizioni nel nuovo pacchetto di aiuti militari Usa da 1,1 miliardi di dollari a Kiev. Lo ha riferito il Pentagono, spiegando però che gli Himars fanno parte di necessità difensive a lungo termine e saranno consegnati tra alcuni anni. Washington infatti li acquisterà dai produttori, non li preleverà dai propri arsenali, come ha fatto finora.

Comments are closed.