Press "Enter" to skip to content

Comunità energetiche, assessore Pili: ‘partecipazione e innovazione sociale per dare vita alla solidarietà energetica’.

Cagliari, 23 Giu 2022 – “Solo attraverso processi di partecipazione e di innovazione sociale sarà possibile dare vita alla solidarietà energetica, sempre più necessaria per le comunità, le famiglie e le imprese della nostra isola. Il processo verso modelli di produzione e consumo più sostenibili è una delle sfide del mondo contemporaneo e la transizione energetica richiede lo sforzo di tutti gli attori (produttori, consumatori e pubbliche amministrazioni) per avviare modelli di consumo improntati a principi di sostenibilità e di tutela delle future generazioni”. Lo ha detto l’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili, durante l’incontro “Le comunità energetiche: un'opportunità per lo sviluppo sostenibile del territorio”, che si è svolto a Santu Lussurgiu nell’ambito di un percorso di animazione territoriale.

“Soprattutto in questo periodo di grande crisi economica ed energetica, le ‘comunità energetiche’ rappresentano una valida risposta – ha aggiunto l’assessore Pili – Perciò, il tema dell’autonomia energetica è al centro del costante confronto tra Istituzioni, anche per realizzare l’abbattimento del costo dell’energia per famiglie e imprese. Inoltre, i Comuni al di sotto dei 5.000 abitanti (in Sardegna 316 su 377) attendono la misura del Pnrr che porterà sul territorio regionale 140 milioni di euro”.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »

Comments are closed.