Press "Enter" to skip to content

Rapporto banca d’Italia, il presidente della Sardegna: dati confermano crescita della dell’Isola anche in congiuntura difficile.

Cagliari, 22 Giu 2022 - Anche nel 2021, pur in una congiuntura di grande difficoltà e delicatezza, l'economia della Sardegna è cresciuta, con un marcato incremento dell'attività economica, l'irrobustimento dei consumi, la risalita degli investimenti e la ripresa della domanda estera per tutte le principali produzioni. I numeri attestano il frutto del grande sforzo compiuto dalla Regione a sostegno delle attività produttive e delle famiglie sarde. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Sardegna, al rapporto annuale sul 2021 "L'economia della Sardegna" di Banca d’Italia.

Permangono certamente, dice il Presidente, fattori di debolezza legati a problemi annosi e alla situazione internazionale attuale, ma i dati della Banca d’Italia, oltre ad attestare un generale stato di salute della nostra economia, ci spronano a proseguire nello sforzo straordinario in atto fin dall’inizio della Legislatura.

Nel 2021 il quadro di tutti i settori produttivi è migliorato, mentre il fatturato è tornato ad aumentare, segnando dati particolarmente positivi per le aziende dei settori alimentare, della chimica e dei metalli.

Mostrano segnali positivi il settore edile, sia nel privato che per le opere pubbliche, e quello dei servizi, ed è in forte ripresa il turismo, settore nel quale, dice il Presidente, i dati relativi all’avvio della stagione ci confermano una forte crescita, su livelli superiori al 2019.

Particolarmente significativo, dice ancora il Presidente, l’aumento del numero degli occupati, nel quale si è registrato un parziale recupero rispetto ai dati gravemente negativi del 2020, causati dalla pandemia. Determinanti, in questo senso, sono stati gli strumenti straordinari messi in campo dalla Regione per il mondo del lavoro: nessuno è stato lasciato indietro.

I dati di Bankitalia mostrano un incremento negli acquisti di beni durevoli e di servizi, in connessione anche con la ripresa del turismo.

Il quadro che emerge dal rapporto della Banca d’Italia, dice ancora il Presidente, pur non esente da ombre e da settori ancora in difficoltà, disegna il volto di una Sardegna capace non solo di resistere alla crisi, ma anche di guardare al futuro con fiducia.

Restano da risolvere gravi problemi di fondo, come quello energetico, quello delle infrastrutture, quello dei trasporti.

Oggi la Sardegna è riconosciuta come capofila di quelle regioni insulari d’Europa che rivendicano diritti troppo a lungo negati, che penalizzano la nostra economia rispetto alle altre regioni d’Italia e dell’Unione. Proseguiremo, conclude, a portare avanti questa grande battaglia, decisiva per il nostro sviluppo e per il benessere delle generazioni future. Com

More from POLITICAMore posts in POLITICA »

Comments are closed.