Press "Enter" to skip to content

In visita al Municipio di Cagliari la Console Generale dell’Uruguay, Veronica Crego Porley.

Cagliari, 25 Magg 2022 - Cagliari da sempre riscuote grande successo in Uruguay e allora la Console Generale del paese sudamericano, Veronica Crego Porley ha voluto verificare personalmente il rapporto tra le due popolazioni, facendo visita, per la prima volta da quando è in carica, al capoluogo sardo e ad altri comuni dell'Isola.

Nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 25 maggio 2022, la diplomatica uruguaiana è stata ricevuta in Municipio dal Sindaco Paolo Truzzu in un incontro fatto di cordialità e programmi per il breve futuro.

“La Sardegna – ha confermato Veronica Crego Porley – è molto famosa in Uruguay. Non solo per le sue bellezze naturali ma anche per i suoi prodotti. E ci lega anche il rapporto speciale che si è creato con i tanti giocatori uruguaiani che hanno giocato in città”.

“Non può che essere un piacere per noi” ha risposto il Sindaco Truzzu che si è subito mostrato disponibili per creare sinergie concrete a trecentosessanta gradi. Dal turismo al commercio passando per tutti i canali di sviluppo che possano creare beneficio al capoluogo sardo. Come l'idea di dare vita ad un gemellaggio tra Cagliari e una città uruguaiana, non necessariamente la capitale Montevideo, in modo da creare ulteriori affinità tra le due popolazioni.

L'idea, suggerita dal Console Onorario a Cagliari, Marino Contu che ha accompagnato la Console Generale, è piaciuta al primo cittadino cagliaritano.

“Mi sembra un aspetto interessante – il commento di Paolo Truzzu – poter dare vita ad un gemellaggio, magari con qualche città che si affacci sul mare, che abbia un porto come il nostro e che possa puntare ad un importante sviluppo turistico”.

“Ci sono tante città che rispondono a questa descrizione – ha aggiunto il Console Contu – e per questo ci metteremo subito al lavoro per redigere una bozza di gemellaggio”.

“Anche perché – ha concluso Veronica Crego Porley – l'Uruguay è un grande Paese per le esportazioni di beni primari e intende sviluppare i rapporti economici e commerciali oltre i suoi confini”.

A questo si possono facilmente unire le questioni legati al turismo, alla cultura e alle tradizioni di un legame sardo-uruguaiano del quale sono state trovate tracce fin dal 1840. Com

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »

Comments are closed.