Press "Enter" to skip to content

Manovra, i partiti di destra, Fi, Iv, Lega votano contro l’iuto ai cittadini per pagare le bollette: salta il contributo di solidarietà.

Roma, 4 Dic 2021 - È saltata l'ipotesi di un contributo di solidarietà per i redditi superiori ai 75mila euro da destinare al contenimento del caro bollette. L'ipotesi, avanzata dal premier Mario Draghi nella cabina di regia di questa mattina, era appoggiata da Pd, M5s e Leu, mentre Fi, Iv e Lega erano contrari. Alla fine la proposta non ha avuto il via libera in Consiglio dei ministri, che ha visto anche una sospensione di mezz'ora della seduta per un confronto sui provvedimenti fiscali nella manovra.

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando ha proposto in Consiglio dei ministri di avviare il tavolo di riforma delle pensioni che sarà convocato tra due settimane e di riprendere il percorso per l'approvazione delle misure anti delocalizzazioni da approvare prima della fine dell'anno. Lo si apprende al termine della riunione. Il tavolo dovrebbe essere convocato a Palazzo Chigi.

Ottocento milioni la cifra complessiva che il Governo intende destinare al fondo contro il caro bollette per le fasce più deboli. La cifra si compone dei 300 milioni aggiuntivi derivanti da risparmi di spesa del bilancio dello Stato, e fondi vari non utilizzati del tutto e dei 500 milioni che provengono dal "tesoretto" derivante dal risparmio contabile del meccanismo saldo-acconto Irpef-Irap nel 2022 (che ammonta in totale a circa 2 miliardi).

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »

Comments are closed.