Press "Enter" to skip to content

Via libera del Consiglio dei ministri al disegno di legge contro la violenza sulle donne.

Roma, 3 Dic 2021 - l Consiglio dei ministri ha dato il via libera, a quanto si apprende da fonti governative, al disegno di legge per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e della violenza domestica. Il testo è frutto del lavoro delle ministre Elena Bonetti, Luciana Lamorgese, Marta Cartabia, Mara Carfagna, Mariastella Gelmini, Fabiana Dadone ed Erika Stefani.

Le pene previste per i reati di percosse, lesioni, minacce, violazione di domicilio e danneggiamento sono aumentate "se il fatto è commesso nell'ambito di violenza domestica da soggetto già ammonito". Lo prevede la bozza del ddl sulla violenza sulle donne e domestica.

Si procede anche d'ufficio Per alcuni dei reati contro le donne, in particolare nei casi di violenza domestica, i magistrati potranno procedere anche d'ufficio. Lo prevede la bozza del disegno di legge "per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e della violenza domestica".

L'organo di polizia che procede a seguito di denuncia o querela in ambito di violenza domestica, "qualora dai primi accertamenti emergano concreti e rilevanti elementi di pericolo di reiterazione della condotta", lo comunica al prefetto competente il quale può adottare "misure di vigilanza dinamica, da sottoporre a revisione trimestrale, a tutela della persona offesa". Lo prevede la bozza del ddl contro la violenza sulle donne e la violenza domestica.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from PRIMO PIANOMore posts in PRIMO PIANO »

Comments are closed.