Press "Enter" to skip to content

Tokyo 2020. Bronzo per Quadarella negli 800 sl e per Irma Testa nel pugilato.

Tokio, 31 Lug 2021 - Il super sabato ai Giochi Olimpici si è aperto con due medaglie di bronzo per l'Italia. Dopo la delusione dei 1.500, Simona Quadarella ha saputo trovare le energie fisiche e soprattutto mentali per reagire e conquistare in rimonta il terzo posto negli 800 dominati, come da pronostico, dall'americana Kathleen Ledecky davanti alla sorprendente australiana Titmus.

"Dovevo tornare a casa con il sorriso, dovevo prendere questa medaglia e ce l'ho fatta - ha raccontato una felicissima Simona Quadarella - Ci ho messo cuore e anima, ma ho anche fatto una gara con la testa. Ho visto la gara di Paltrinieri e mi ha messo i brividi. 'Se ce l'ha fatta Greg con la mononucleosi - ho pensato - ce la posso fare anche io con la gastroenterite. Questo bronzo vale più di qualsiasi altra cosa, dopo tanti anni di lavoro".

Irma Testa è medaglia di bronzo nel pugilato categoria fino ai 57 chilogrammi (pesi piuma). L'azzurra è stata sconfitta ai punti dalla filippina Nesthy Petecio. Si tratta della prima medaglia della storia per il pugilato femminile. "Questa medaglia - ha dichiarato l'azzurra - per me ha un grande significato, anni di lavoro, anni di sacrifici. C'è molto in questa medaglia".

Nella penultima giornata di gare all'Acquatics Centre è arrivato anche il quarto posto della staffetta mista mixed e la qualificazione di Lorenzo Zazzeri alla finale dei 50 stile con il 7 tempo. Domani le ultime speranze azzurre nel nuoto con Paltrinieri nei 1.500 e le staffette 4x100.

È cominciata bene l'avventura delle ragazze della sciabola nella gara a squadre: nei quarti Gregoria, Vecchi e Criscio hanno battuto 45-41 guadagnandosi la sfida la Francia. Bene anche Mauro Nespoli nella gara individuale dell'arco: l'azzurro ha sconfitto 6-0 il brasiliano Almeida qualificandosi per i quarti di finale. Subito eliminata, invece, l'Italia di judo nella gara mista a squadre, sconfitta 4-3 da Israele.

Ancora deludente la portabandiera Jessica Rossi, che nel mixed team del trap colpisce soltanto 67 piattelli su 75 condannando l'Italia al 12 posto (un ottimo 74/75 invece per De Filippis). La finale per l'oro vedrà di fronte la Spagna e il sorprendente San Marino, altra medaglia sicura che porta a due il totale.

Nell'atletica grande risultato per Daisy Osakue: con 63,66 l'azzurra ha eguagliato il record italiano italiano di lancio del disco qualificandosi per la finale con la 5^ misura. Passano in semifinale Luminosa Bogliolo nei 100 ostacoli, Linda Olivieri e Yadisleidis Pedroso nei 400 ostacoli.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!