Press "Enter" to skip to content

Sport e Benessere – Fabbisogno proteico e danni ai reni: Miti, leggende e fondamenti di verità. A cura del dottor Andrea Melis.


Cagliari, 28 Lug 201 - Una delle frasi che ho sentito più spesso in taluni casi a lavoro è stata questa: " Non mangio troppe proteine perché non voglio creare danni ai Reni ".
Quanto c'è di vero in questa frase?
Cosa dicono le linee guida in proposito?
Nonostante in palestra, in uno studio Personal o in contesti informali si presenti questa domanda spesso l'ultima parola a cui dovete fare riferimento è quella di un Nutrizionista, meglio se specializzato in ambito sportivo.
Il Personal Trainer può dare delle informazioni?
Certo che si.
Può dare delle informazioni a matrice divulgativa dal punto di vista scientifico riportando al proprio cliente le linee guida per poter avere un quadro più chiaro scevro di opinionismi sterili facendogli presente che gli o le conviene rivolgersi ad un Nutrizionista per fare tutto al meglio.
Infatti non a caso si lavora in Pool.
Quando è che si può presentare la necessità di aumentare l' intake proteico?
Sicuramente in un contesto di ricomposizione corporea dove si sta mirando ad un dimagrimento sano e si palesa la necessità di tutelare la massa magra che abbiamo strutturato precedentemente  in modo tale da far sì che il deficit calorico vada ad intaccare prioritariamente la massa grassa.
Quindi veniamo al dunque.
Cosa dice la scienza e in particolare la nutrizione sportiva secondo le linee guida internazionali? L'innalzamento dell'intake proteico può  creare veramente danni ai Reni?
Una meta analysis e Systematic Review del 2018 di cui vi fornirò i riferimenti scientifici, ha fatto luce sulla vicenda.
Vi ricordo che le Meta Analysis e le Systematic Review costituiscono il vertice qualitativo delle evidenze scientifiche.
La scienza dice che in assenza di problematiche pregresse in particolare dal punto di vista Renale l'innalzamento della quota proteica NON crea problematiche.
D'altro canto la scienza dice che in presenza della situazione opposta converrebbe non eccedere con il quantitativo proteico perché potrebbero presentarsi complicazioni qualora i Reni abbiano già dei malfunzionamenti, quindi un quantitativo proteico più limitato permetterebbe un minor sovraccarico su quest'organo.
La ISSN, cioè la Società Internazionale di Nutrizione Sportiva, disciplina a livello mondiale le linee guida da seguire nel caso si voglia sapere qual è il Range entro cui stare per tutelare la massa magra durante il dimagrimento.
Vediamo un po’ di dati.
1.4-2.0gr/kg pro Die potrebbero aiutare a guadagnare massa magra in surplus calorico.
>2.2gr/kg pro Die potrebbero aiutare per tutelare la massa magra in un contesto di deficit calorico.
Il resto delle info su questo ambito che ho trovato molto interessanti le trovate a titolo informativo a fine articolo tramite un infografica.
A titolo informativo vi riporto i riferimenti scientifici e di nuovo la piramide delle evidenze scientifiche.
Detto questo rivolgetevi sempre ad ogni modo per qualunque necessità ad un Nutrizionista.
Vi auguro buone vacanze e ci diamo appuntamento a Settembre.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!