Press "Enter" to skip to content

Da oggi a lunedì di Pasqua tutta Italia è ‘zona rossa’.

Roma, 3 Apr - Il 3, 4 e 5 aprile, su tutto il territorio nazionale si applicano le restrizioni previste per la zona rossa. Sono consentiti esclusivamente gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità (anche verso un'altra Regione o Provincia autonoma) e il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, compreso il rientro nelle "seconde case" ubicate dentro e fuori regione.

Sarà consentito una sola volta al giorno spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5 e le 22, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

Ma i divieti nazionali anti Covid nelle giornate dal 3 al 5 aprile sono aggravati in certi casi dalle ordinanze restrittive delle singole Regioni, ad esempio sul tema delle seconde case. Valle d'Aosta, Toscana, Sardegna, Trentino e Campania hanno vietato con ordinanze regionali l'ingresso ai proprietari delle seconde case.

A partire da martedì 6 aprile le regioni Marche e Veneto e la Provincia Autonoma di Trento passano in area Arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore dopo i tre giorni di area rossa nazionale.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!