Press "Enter" to skip to content

Prefettura di Cagliari – Riunione dedicata alla programmazione degli interventi da effettuare per la messa in sicurezza degli immobili del Fondo Edifici di Culto.

Cagliari, 31 Mar 2021 -  Questa mattina, il Prefetto di Cagliari Gianfranco Tomao ha presieduto una riunione dedicata alla programmazione degli interventi da effettuare per la messa in sicurezza, il restauro tipologico e la conservazione degli immobili del Fondo Edifici di Culto (FEC) presenti in questo territorio e, in particolare, nei Comuni di Cagliari e di Iglesias.

Oltre a Mons. Giuseppe Baturi, Arcivescovo della Diocesi di Cagliari, alla riunione, tenutasi in videoconferenza, sono intervenuti il Sindaco del Capoluogo, Paolo Truzzu, ed un rappresentante del Sindaco di Iglesias, Mauro Usai, unitamente alla dott.ssa Maura Picciau, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Cagliari e per le Province di Oristano e Sud Sardegna, nonché all’Ing. Vittorio Rapisarda, Provveditore Interregionale per le Opere Pubbliche per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna.

L’incontro è stato convocato con la finalità di mettere a sistema, nello specifico settore, le diverse sinergie tra attori pubblici, istituzionali e privati, interessati alla tutela del patrimonio culturale e paesaggistico di cui si tratta, poiché tali sinergie sono state reputate di fondamentale importanza nello specifico contesto.

Il Ministero dell’Interno ha, infatti, reso noto di avere attivato le misure previste dal Piano Nazionale del Recovery Fund (Cluster: Next Generation EU) ed il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNNR) “Valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale”, al fine di potere avviare, in ambito nazionale, la tutela del complesso dei beni mobili ed immobili del patrimonio del FEC, che si caratterizzano per il loro interesse artistico, storico, archeologico, archivistico e bibliografico.

Per la realizzazione del progetto di restauro del Fondo Edifici di Culto (approvato dal Consiglio dei Ministri il 12 gennaio 2021) sarà, inoltre, possibile utilizzare anche le risorse rese disponibili dalla legge n. 178/2020 (legge di stabilità 2021), che ha previsto l’assegnazione di un contributo straordinario dello Stato proprio per fare fronte a situazioni di particolare necessità.

Nel corso dei lavori, gli intervenuti hanno esaminato le schede progettuali appositamente predisposte della Soprintendenza, nelle quali sono stati compendiati gli interventi ritenuti necessari per i beni del patrimonio FEC presenti localmente, per un investimento totale stimato di circa 2.800.000,00 euro nel triennio 2021/2023; nella circostanza, è stato infine individuato un possibile ordine di priorità degli interventi da realizzare.

Nel contesto, si evidenzia che per il prossimo periodo sono già in programma e saranno avviati a breve importanti lavori di manutenzione che riguarderanno, anzitutto, la Basilica di “Nostra Signora di Bonaria” (nella foto), Patrona dell’Isola e da sempre particolarmente cara a tutti i sardi ed ai cagliaritani in particolare; peraltro, l’aneddotica racconta che la Basilica di “Bonaria” (cioè, “buona aria”: in spagnolo, più o meno, “buenos aires”) è stata la prima chiesa ubicata fuori Roma visitata da Papa Francesco nel 2013, dopo essere stato eletto Sommo Pontefice. Com

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!