Press "Enter" to skip to content

Sport e scuola per superare barriere e pregiudizi sociali sulla disabilità: gli studenti realizzeranno uno spot pubblicitario per promuovere l’integrazione.

Macomer (Nu), 23 Feb 2021 - Lo sport, la scuola e la creatività come strumenti per oltrepassare pregiudizi e barriere sociali che imprigionano il mondo della disabilità in un microcosmo a sé stante. È l'intento del progetto “Cambia il tempo” Percorso per le Competenze Trasversali e l'Orientamento (PCTO) - ex Alternanza Scuola-Lavoro promosso dal Csen nazionale, che in Sardegna vede protagonista il liceo “Galileo Galilei” di Macomer, individuato dal Comitato regionale Csen Sardegna per portare avanti l’iniziativa. Al termine del programma gli studenti della IV C presenteranno uno spot pubblicitario da loro ideato e montato, con cui, mettendo a frutto quanto appreso nel corso del progetto, promuoveranno lo sport integrato e la sua funzione sociale.

Lo Csen Sardegna, - si legge in un comunicato diffuso oggi - grazie alla collaborazione con la dirigente scolastica, Gavina Cappai, i professori Roberto Santavicca (responsabile scolastico dell’ex-alternanza scuola lavoro) e Paolo Maioli (referente del progetto per la classe IV C), ha fatto sì che le nozioni già acquisite nelle ore di formazione online sullo sport integrato, divenissero esperienza concreta per gli alunni della classe IV C. In questa fase è stata coinvolta la società sportiva di tiro con l'arco “Arcieri del Marghine” di Macomer, grazie alla quale gli studenti, guidati dagli istruttori Gianni Penduzzu e Angelo Virdis, hanno potuto sperimentare quanto la pratica dello sport possa veramente essere un mezzo per costruire un futuro migliore nella società.

Già ora – continua la nota - gli studenti si sentono arricchiti dall'esperienza fin qui sviluppata, come racconta Daria Salis, alunna della IV che partecipa al Pcto: «Sicuramente considero questa un’esperienza formativa; parlare con degli esperti e confrontarsi liberamente sulla tematica della disabilità è stato un modo per ampliare il proprio pensiero. Io, personalmente, mi sento cambiata nel rapporto con le persone diversamente abili», spiega. «Progetti come quello dello sport integrato aiutano a comprendere quanto le persone normodotate spesso creino esclusione».

Il progetto “Cambia il tempo” – conclude il documento del Csen -  vede coinvolte le 20 regioni italiane impegnate a raggiungere l'obiettivo comune di realizzare i “Poli regionali dello sport integrato” e sviluppare così nei giovani una mentalità più aperta, in grado di andare oltre i pregiudizi sociali che, molto spesso, incidono negativamente nella vita di tutti i giorni. Il progetto nei dettagli sarà raccontato a livello nazionale, in diretta streaming, il 26 e 27 febbraio. In particolare, il progetto del Csen Sardegna e del liceo Galilei sarà illustrato il giorno 27 febbraio, dalle ore 18, in diretta sulla pagina Facebook ufficiale di Csen Progetti. Com

More from CULTURA - SPETTACOLOMore posts in CULTURA - SPETTACOLO »

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!