Press "Enter" to skip to content

Uccide moglie e si costituisce nel padovano. In Calabria fermato 36enne per morte donna a Stalettì.

Cadoneghe (Padova), 25 Nov 2020 – Non c’è pace sul fronte degli omicidi delle mogli, compagne o fidanzate. Infatti, proprio oggi, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, purtroppo si registrano altri due femminicidi. Una donna di 30 anni è stata uccisa in Veneto, un'altra in Calabria. 

Nel padovano un uomo, ha ucciso la moglie con una coltellata al petto, usando un coltello da cucina. Il fatto è avvenuto in una casa di Cadoneghe, in provincia di Padova, durante la notte scorsa.

Il marito, dopo aver ucciso la moglie, ha telefonato ai carabinieri, confessando il fatto. Si tratta di un marocchino di 30 anni.

Ancora sconosciute le cause dell'omicidio, su cui stanno indagando i carabinieri. Sul corpo della donna sarà eseguita l'autopsia disposta dal magistrato di turno.

Poi in Calabria, invece è stato fermato un 36enne dopo il ritrovamento del corpo di una 51enne.

Da una prima ricostruzione, i due avrebbero avuto una relazione extraconiugale: l'avrebbe uccisa per motivi passionali. 

Il cadavere è stato trovato nella serata di ieri dai carabinieri della compagnia di Soverato a Stalettì (CZ). Il corpo era fra gli scogli di località Pietragrande e presentava ferite provocate da numerosi fendenti, inferte dall'assassino utilizzando verosimilmente un coltello dalla lunga lama.

I Carabinieri di Soverato e del comando provinciale di Catanzaro hanno avviato le indagini sotto la direzione della Procura della Repubblica del capoluogo, finalizzate a scandagliare gli ultimi contatti avuti dalla donna che, secondo la testimonia dei familiari, era irreperibile dalle precedenti 24 ore.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!