Press "Enter" to skip to content

Repubblicani del Michigan non si rendono complici di un colpo di stato tentato da Trump e a muso duro gli dicono: onoriamo risultato voto. Biden cerca fondi per finanziare transizione.

Washington, 21 Nov 2020 – I Repubblicani del Michigan non si rendono complici dello zio pazzo d’America. E a Donald Trump i legislatori che lo hanno visitato alla Casa Bianca, gli rispondono un secco no. E questi, al termine dell'incontro, i conservatori hanno diramato una nota secca in cui affermano che onoreranno il risultato del processo elettorale dello Stato, che ha visto vincere il presidente-eletto Joe Biden.

"Non siamo stati messi a conoscenza di nessuna informazione in grado di cambiare il risultato elettorale. Seguiremo la legge e il normale processo: il processo di certificazione deve essere libero da qualsiasi minaccia e intimidazione. Le accuse di presunte frodi vanno prese seriamente, esaminate e, se ci sono prove" portate in tribunale, si legge nella nota.

"Il candidato che vince il maggior numero di voti vince le elezioni e i 16 grandi elettori del Michigan. Queste sono verità semplici", aggiungono.

Ora il presidente eletto Joe Biden chiede donazioni ai suoi sostenitori per aiutarlo a finanziare la transizione.

"Visto che il presidente Trump rifiuta di concedere la vittoria e sta ritardando la transizione, dobbiamo finanziarci da soli e abbiamo bisogno del vostro aiuto", afferma il presidente eletto Biden in una email inviata ai suoi sostenitori. 

Twitter cederà il controllo di @POTUS, l'account del presidente degli Stati Uniti, a Joe Biden appena presterà giuramento il giorno dell'insediamento alla Casa Bianca, nonostante il presidente uscente, Donald Trump, non abbia ammesso la sconfitta alle elezioni. Lo rendono noto i media americani.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!