Press "Enter" to skip to content

Covid in Italia: 36.176 nuovi casi e 653 morti in ultime 24 ore.

Roma, 19 Nov 2020 - Dai dati del ministero della Salute oggi si registrano 36.176 nuovi casi, 653 deceduti e 17.020 guariti.

I tamponi effettuati sono 250.186. Ieri si erano registrati 34.282 nuovi casi, 753 decessi con 234.834 tamponi e 24.169 tra guariti e dimessi. 

Oggi i ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 33.610, rispetto a ieri c'è un incremento di 106 casi. In terapia intensiva sono ricoverati 3.712 pazienti, in aumento di 42 unità. In isolamento domiciliare ci sono 724.349 persone, pari a 18.355 in più rispetto a ieri.

Il totale degli attualmente positivi è di 761.671 rispetto a ieri c'è un aumento di 18.503 casi. Tra dimessi e guariti si contano 498.987 persone, in aumento di 17.020 unità. I deceduti sono 653 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 47.870. I casi totali sono 1.308.528 (+36.176). 

I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 250.186 per un totale di 19.724.527. La Regione Friuli Venezia Giulia comunica che a seguito delle comunicazioni pervenute dai laboratori privati, i nuovi casi includono 196 positività comprese nel periodo dal 28 ottobre al 15 novembre.

La Regione Piemonte comunica che il numero di tamponi odierno è sensibilmente superiore alla media giornaliera di tamponi effettuati in Piemonte perché include il caricamento di una quota di dati relativa agli screening effettuati nei giorni scorsi all’interno delle RSA.

In Lombardia si registrano 7.453 nuovi contagi, in Piemonte 5.349.

"I tamponi molecolari sono 2.624.768, il numero dei positivi è oltre 112mila, +3.753 positivi in un giorno. In isolamento ci sono 36.887 persone, i ricoverati sono 2.242, sono 50 in più, che si aggiungono ai 296 in terapia intensiva, +5 in un giorno. Tutti insieme fanno oltre 2.500 persone ricoverate in ospedale. I morti sono 3.057, +38 in un giorno. I dimessi sono 6.052, +109. Abbiamo sempre numeri alti sui dimessi perché il turnover è alto, il tasso di ospedalizzazione medio si è abbassato di gran lunga rispetto alla prima fase". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, leggendo il bollettino sulla situazione coronavirus nella regione.

Sono 3.334 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 23.496 tamponi. Dei 3.334 nuovi positivi (il 14,1% dei tamponi analizzati), 207 sono sintomatici e 3.127 sono asintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio della pandemia sale a 125.276, mentre sono 1.355.455 i tamponi complessivamente esaminati. Nel bollettino odierno della Regione Campania vengono inseriti 32 nuovi decessi, con una nota che specifica che si tratta di decessi avvenuti tra il 13 e il 18 novembre e quindi non nella sola giornata di ieri. Il totale dei deceduti in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 1.192. Sono 2.255 i nuovi guariti: il totale dei guariti in Campania sale a 28.898.

Nel Lazio su oltre 27 mila tamponi (+650) si registrano 2.697 casi positivi (-169), 61 i decessi (-19) e +586 i guariti. Torna sotto al 10% il rapporto tra i positivi e i tamponi, sale il numero dei ricoveri (+47) e le terapie intensive (+11). Aumentano i tamponi, calano i casi positivi e i decessi. Il valore Rt scende sotto a 1 e si attesta a 0.9. Inoltre diminuisce il tempo mediano tra data di inizio dei sintomi e la data della diagnosi: da 4 a 2 giorni. "Va bene l'indicatore del totale risorse umane dedicate all'attività di tracciamento -spiega l'assessore alla sanità Alessio D'Amato- il tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva è al 32% e quello d’area medica per pazienti Covid è al 49%. Non bisogna abbassare la guardia occorre ancora tempo".

Ancora sostanzialmente stabili i nuovi contagi in Emilia-Romagna: sono meno di ieri, 2.160, ma su meno tamponi, 18.930 eseguiti nelle ultime 24 ore.  Ci sono però altri 50 decessi. Dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.218. Stabili però i pazienti ricoverati in terapia intensiva 244), in crescita quelli degli altri reparti Covid: sono 2.489, +40 rispetto a ieri. I casi attivi a oggi sono 61.099 (1.690 in più di ieri).  Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 58.276 (+1.650 rispetto a ieri), il 95,4% del totale dei casi attivi. Dei nuovi contagiati, 986 sono asintomatici individuati con gli screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 287 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 386 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. Sui 986 asintomatici, 412 sono stati individuati grazie all'attività di tracciamento dei contatti, 82 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, otto con gli screening sierologici, 38 tramite i test pre-ricovero. Per 446 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica.  Le persone guarite salgono a 31.587 (+420 rispetto a ieri).

Sono 1.972 in più rispetto a ieri su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 88.677 unità, i nuovi casi di positività al SarsCov 2 in Toscana. Oggi si registrano 51 nuovi decessi: 26 uomini e 25 donne. I guariti crescono del 6,2% e raggiungono quota 32.480 (36,6% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.403.341, 17.830 in più rispetto a ieri, di cui l'11,1% positivo. Sono, invece, 8.244 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 23,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.616 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.124, +0,03% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.101 (14 in più rispetto a ieri), di cui 287 in terapia intensiva (5 in più). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse. Complessivamente, 52.023 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (stabili rispetto a ieri). Sono 50.138 (878 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 17.593, Nord Ovest 20.971, Sud Est 11.574). Le persone complessivamente guarite sono 32.480 (1.907 in più rispetto a ieri, più 6,2%): 2.001 persone clinicamente guarite (35 in più rispetto a ieri, più 1,8%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 30.479 (1.872 in più rispetto a ieri, più 6,5%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Crescono di 1.871 i casi Covid in Sicilia. Gli attuali positivi salgono, dunque, a 33.581: 1.532 i ricoverati con sintomi, 240 in terapia intensiva, come ieri, e 31.809 in isolamento domiciliare. I decessi sono 1.055, 50 in più di ieri. Sono 48.399 i casi totali, 13.763 i dimessi guariti, con un incremento di tamponi pari a 11.470.

Sono 1.263 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Puglia nelle ultime 24 ore, a fronte di 9.386 tamponi processati. In totale sono 39.347 i contagi in regione da inizio pandemia con 685.610 test. Lo si evince dal bollettino diffuso dalla Regione Puglia. Nelle ultime 24 ore sono stati poi segnalati 28 decessi: 5 in provincia di Bari, 1 in provincia Bat (Barletta-Andria-Trani), 4 in provincia di Brindisi, 10 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce e 6 in provincia di Taranto. Le vittime del coronavirus in Puglia dall'inizio della pandemia sono in tutto 1.113, mentre i guariti totali sono 9.734. I nuovi positivi sono così divisi per provincia: 555 a Bari, 72 a Brindisi, 189 nella provincia di Bat, 154 a Foggia, 98 a Lecce, 187 a Taranto e 6 attribuiti a residente fuori regione, mentre sono 2 i casi di provincia di residenza non nota. Gli attualmente positivi in Puglia sono 28.500, di cui 1.524 ricoverati e 26.976 in isolamento domiciliare. I 39.347 casi rilevati dall'inizio dell'emergenza sono così divisi per provincia: 15.503 a Bari, 4.410 nella provincia di Bat, 2.708 a Brindisi, 9.031 a Foggia, 2.961 a Lecce, 4.447 a Taranto, 282 attribuiti a residenti fuori regione e cinque con provincia di residenza non nota.

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 1.197 nuovi contagi (il 17,92 per cento dei 6.680 tamponi eseguiti) e 13 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 21.922, di cui: 5.812 a Trieste, 9.006 a Udine, 4.226 a Pordenone e 2.595 a Gorizia, alle quali si aggiungono 283 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 11.835. Scendono a 48 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre salgono a 485 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 580, con la seguente suddivisione territoriale: 255 a Trieste, 168 a Udine, 139 a Pordenone e 18 a Gorizia. I totalmente guariti sono 9.507, i clinicamente guariti 190 e le persone in isolamento 11.112.

Si mantiene stabile la pressione negli ospedali marchigiani, dove sono ricoverati complessivamente 675 pazienti positivi al 'Covid-19', 5 meno di ieri: 604 si trovano nei reparti degli ospedali (2 meno di ieri) e 71 nei pronto soccorso (3 meno di ieri). E' quanto emerge dal secondo bollettino del Servizio sanitario regionale. Sono 78 i pazienti nelle terapie intensive, uno meno di ieri. I decessi nelle Marche sono finora 1.150. Gli altri 387 pazienti sono ricoverati in reparti non intensivi. In tutta la regione ci sono 14.252 persone in isolamento domiciliare, 105 in più rispetto a ieri, mentre nelle strutture territoriali ci sono complessivamente 157 pazienti. Rispetto a ieri, ci sono 553 nuovi dimessi-guariti e il totale è 9.095. Nelle Marche, i casi positivi complessivamente diagnosticati nelle ultime 24 ore sono stati 667 e il totale è salito a 25.101 dall'inizio della crisi. Continua a crescere il numero di coloro che sono in isolamento volontario nella propria abitazione, ora a 18.324 (+28); tra questi, per il secondo giorno consecutivo, sono aumentati i soggetti sintomatici, che ora sono 3.260 (+86); gli operatori sanitari in quarantena sono 630 (-5). Dall'inizio dell'epidemia i marchigiani che hanno trascorso volontariamente in casa il periodo di isolamento sono diventati 104.250, i casi complessivamente diagnosticati 222.600 e i tamponi processati 381.419, numero che comprende anche i test effettuati sulla stessa persona e il percorso guariti.

Sono 649 i nuovi casi di coronavirus rilevati oggi in Abruzzo, per un totale di 21.842 casi dall'inizio della pandemia. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 74, di cui 32 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 20 in provincia di Chieti, 15 in provincia di Teramo. Lo si evince dal bollettino diffuso dalla Regione. Nelle ultime 24 ore sono decedute 9 persone positive al coronavirus (di età compresa tra 76 e 99 anni, 5 in provincia dell'Aquila, 2 in provincia di Pescara e 2 in provincia di Chieti), che portano a 721 il totale delle vittime in regione dall'inizio dell'emergenza. I dimessi/guariti sono invece 6.259, 168 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 14.862 (+382). Dall’inizio della pandemia in Abruzzo sono stati eseguiti complessivamente 362.295 test (+4.813 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in reparti non intensivi sono 658 pazienti (+37), mentre sono 74 (+9) quelli che hanno bisogno di cure intensive. Sono invece 14.130 (+426) i contagiati in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 7.086 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+372), 4.248 in provincia di Chieti (+156), 4.396 in provincia di Pescara (+72), 5.702 in provincia di Teramo (+68), 215 fuori regione (+8) e 195 (-27) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Sono 556 i nuovi casi di positività al coronavirus rilevati in Umbria. Sale a 11.390 il numero degli attualmente positivi. Sono invece 7 i nuovi decessi per un totale di 293. Lo rende noto la Regione nell'aggiornamento quotidiano dei dati pubblicato sul sito.

"In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 327.394 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 334.533. Le persone risultate positive al coronavirus sono 12.512 (+506 rispetto a ieri), quelle negative 314.882". Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: i decessi dall'inizio dell'emergenza sono 202 (+5 rispetto a ieri).

In Sardegna nelle ultime 24 ore si registrano 479 nuovi casi, 199 rilevati attraverso attività di screening e 280 da sospetto diagnostico, e 12 decessi (362 in tutto). Le vittime sono 7 uomini e 5 donne, di età compresa fra 32 e 91 anni, nove residenti nel nord dell'Isola, due nella Città Metropolitana di Cagliari e una nella provincia del Sud Sardegna. Salgono a 16.997 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza.  In totale sono stati eseguiti 335.643 tamponi con un incremento di 4.834 test. Sono invece 517 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+12 rispetto al dato di ieri), mentre è di 67 (+4) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 10.808. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 5.193 (+129) pazienti guariti, più altri 50 guariti clinicamente. Dei 16.997 casi positivi complessivamente accertati, 3.556 (+116) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 2.708 (+81) nel Sud Sardegna, 1.360 (+68) a Oristano, 2.814 (+136) a Nuoro, 6.559 (+78) a Sassari.

Scende di 58 unità il numero degli attualmente positivi in Valle d'Aosta rispetto a ieri quando i casi positivi erano 2.035. Sono invece 12 i nuovi decessi registrati per un totale di 271. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!