Press "Enter" to skip to content

Decreto agosto, raggiunto accordo. Atteso il via libera dal Consiglio del Ministri.

Roma, 7 Ago 2020 - È stato raggiunto l'accordo sul dl agosto e il decreto sarà varato oggi dal Consiglio dei ministri.

Altri 200 milioni ai comuni, una nuova quota di reddito di emergenza, norme su Air Italy e il rifinanziamento di strade sicure fino a fine emergenza. Sono alcune delle novità della nuova bozza di decreto agosto, che vede salire da 91 a 103 gli articoli, rispetto alle prime versioni del testo. Nella bozza viene recepita l'intesa sulla proroga del blocco dei licenziamenti siglata ieri nel governo ma alcune norme sono ancora da completare, per altre compaiono solo i titoli.

Il Consiglio dei ministri per il varo del testo, ipotizzato alle 13, non è ancora convocato.

Dentro alla bozza c'è anche una nuova tranche del reddito d'emergenza per i nuclei familiari più deboli.  Il rinnovo del Rem in una unica soluzione, ammonterà in una quota 'una tantum' tra 400 e 800 euro, a seconda del nucleo familiare. Nel calcolo dell'ammontare, la misura ricalca infatti quanto già previsto nel dl Rilancio.

Il blocco dei licenziamenti sarà legato a disponibilità e utilizzo della Cassa integrazione o all'utilizzo delle decontribuzioni legate a chi non prosegue l'utilizzo della Cig. È questo, a quanto si apprende da diverse fonti, l'accordo raggiunto nel governo sulla norma da inserire nel decreto di agosto. In sostanza, se le aziende accederanno agli sgravi o useranno la Cassa integrazione Covid non potranno licenziare.

"Nel decreto agosto ho previsto una norma che consente all'Inps di esaminare le domande di cassa integrazione rigettate perché fuori termine e che sposta le decadenze di fine agosto al 30 settembre". Lo annuncia il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, su Twitter."Un ulteriore sostegno per imprese e lavoratori in questa fase di ripresa", aggiunge Catalfo.

Arriva la rimodulazione per i versamenti e i contributi sospesi a marzo, aprile e maggio (rinviati a partire da settembre): i pagamenti potranno essere spalmati su due anni perché le rate passano da 4 a 24.

Arrivano sgravi contributivi ad hoc per il turismo. La nuova bozza del decreto agosto, ancora suscettibile di modifiche, estende l'esonero dal versamento dei contributi - ma per massimo 3 mesi - anche alle "assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali". In caso di trasformazione a tempo indeterminato si applica la decontribuzione prevista per le altre aziende, cioè uno sgravio totale per 6 mesi (escluso il contributi Inail) fino a un massimo di 8.060 euro annui riparametrato su base mensile.

Per l'anno 2020, non è dovuta la seconda rata dell'Imu per i settori del turismo e dello spettacolo, in particolare per gli immobili di stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, termali, alberghi, agriturismo, villaggi turistici, ma anche affittacamere, case e appartamenti per vacanze, B&B.e). La misura viene estesa anche agli immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili. È quanto si legge nell'ultima bozza del dl agosto. Confermate anche le esenzioni per gli immobili di fiere e cinema e teatri, per questi ultimi l'Imu "non è dovuta per gli anni 2021 e 2022", a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Più che triplicati i fondi per il bonus babysitter per gli operatori sanitari, grazie al 'travaso' di risorse non utilizzate per il bonus per i lavoratori domestici. Lo prevede la nuova bozza del decreto agosto, ancora suscettibile di modifiche, che porta da 67,6 a 236,6 il finanziamento per il bonus babysitter per medici e infermieri, tecnici e operatori sociosanitari (2.000 euro) mentre il fondo per il bonus per colf e badanti viene ridotto da 460 a 291 milioni.

"Il confronto è stato lungo e approfondito, ma il via libera di Iv è condizionato alla presenza di alcune misure che servono all'economia italiana e che abbiamo chiesto con forza, in primis lo slittamento delle tasse di novembre per i lavoratori autonomi, isa e forfettari". Lo precisa Luigi Marattin di Italia viva, presidente della commissione Finanze della Camera, dopo l'annuncio fatto dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, dell'accordo raggiunto sul decreto Agosto.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!