Press "Enter" to skip to content

Sequestrato ingente quantitativo di armi e munizioni dai carabinieri della compagnia del capoluogo regionale. Arrestato un pregiudicato di 59 anni pregiudicato di Desulo.

Cagliari, 1 Ago 2020 - Nel corso di servizi di controllo del territorio ad alta vocazione preventiva (circolazione stradale, contrasto dei principali fenomeni criminali – reati predatori, stupefacenti, truffe, ecc, in collaborazione con altre unità specializzate, di quelle cinofile, predisposti soprattutto nei fine settimana e nelle aree di maggior traffico di persone e mezzi, alimentato dai flussi turistici del periodo attuale, alle ore 20:00 circa ieri a Cagliari, in Viale La Plaia, i carabinieri della Sezione Radiomobile e del Nucleo cinofili della compagnia di Cagliari, hanno arrestato, in flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi (alcune delle quali artigianalmente modificate), esplosivo ed equipaggiamento da guerra, Giovannino Littarru, autotrasportatore, pregiudicato, 59enne di Desulo (Nu).

Nella circostanza, all’atto di intimare l’Alt ad una motrice in transito in quella via, non è sfuggito al personale operante una manovra, che è sembrata elusiva di un possibile controllo, di una seconda motrice che seguiva subito dopo.

Quindi è stato necessario procedere al controllo anche di quest’ultima ma dopo un’apparente regolarità degli esiti delle prime verifiche, le unità cinofile hanno segnalato qualcosa per cui si è reso necessario un ulteriore approfondimento (perquisizione personale e del mezzo) durante il quali sono stati trovati e sequestrati 5 armi lunghe (2 cal 12, 1 cal 223 Remington, 2 ak47 cal. 7,62x39), 3 armi corte (2 beretta e 1 glock, tutte cal 9x21), oltre 400 munizioni di vario cal. (compatibili con le varie armi sequestrate) 2 bombe a mano mk2 da guerra, 1 panetto di 500 gr., circa di tritolo con foro per innesco, 1 panetto di 500 grammi circa, esplosivo plastico, cm 150 miccia a lenta combustione, 1 detonatore a miccia con innesco di 15 cm a lenta combustione, diversi giubbotti antiproiettile, Jacket neri, passamontagna, guanti, fascette di plastica, sotto caschi.

Tutto il materiale, in perfette condizioni di efficienza, manutenzione ma anche pericolosità (altissimo il potenziale bellico di armi ed esplosivo), è stato messo subito nelle mani del personale specializzato (artificieri ed esperti di armi) del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Cagliari sia ai fini delle prime verifiche di funzionamento sia per la messa in sicurezza (specie il materiale esplodente) e rimane a disposizione dell’A.G. per gli eventuali accertamenti tecnici per l’eventuale individuazione di precedenti utilizzi in fatti di reato e dei canali di approvvigionamento.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trasferito presso il carcere di Uta.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!