Press "Enter" to skip to content

Un ragazzo del Gambia e due sardi arrestati dal personale della Polizia di Stato di Cagliari per rissa aggravata.

Cagliari, 26 Ott 2016 - Gli Agenti della Squadra Mobile, della Squadra Volante e del XIII Reparto Mobile hanno arrestato Maurizio Chessa, di 48 anni, Debora Serra, di 42 anni, entrambi cagliaritani e pluripregiudicati e IBou Sakaren di 25 anni, originario del Gambia, per il reato di rissa aggravata. Chessa è stato anche denunciato in stato di libertà per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e inottemperanza agli obblighi della sorveglianza speciale.

L’episodio si è verificato intorno alle 22.20 di ieri, quando è giunta una chiamata sulla linea 113 che segnalava, nella Via Roma angolo Sassari la presenza di una donna che, a seguito di una lite con un cittadino di colore, si trovava a terra sanguinante.

Un equipaggio di una Volante, giunto immediatamente sul posto, ha constatato la presenza di un’ambulanza, che stava caricando una donna in evidente stato di shock e tumefatta all’altezza della bocca e di un equipaggio del Reparto Mobile, intento a mantenere sotto controllo la situazione, vista la presenza di numerose persone che nel frattempo si erano radunate.

Gli operatori hanno visto, poggiato sul muro, un cittadino di colore in evidente stato di agitazione mentre parlava con un altro individuo che tentava di calmarlo e, una volta avvicinatisi, hanno notato che presentava una ferita al petto causata verosimilmente da un oggetto tagliente.

Due persone, poi identificate per Chessa e Serra, si sono avvicinate inveendo contro l’extracomunitario e manifestando contro i poliziotti un evidente astio.

Nel frattempo è giunto un altro straniero che ha dichiarato ai poliziotti di aver visto, poco prima, il sardo colpire Ibou con un coltello. Infatti, durante queste fasi, all’improvviso la situazione è degenerata e la donna e il suo compagno hanno dato in escandescenza, tanto da costringere il personale del Reparto Mobile a bloccarli.

Quindi, durante il controllo nel marsupio di Chessa, sono stati rinvenuti due coltello multiuso, sequestrati e risultati compatibili con le lesioni riportate dallo straniero.

Dagli accertamenti effettuati è emerso che il presunto feritore si trova sottoposto alla misura della sorveglianza speciale che prevede, fra l’altro, di non rincasare dopo le ore 22.00.

In seguito, la donna ferita e Ibou sono stati trasportati presso un nosocomio cittadino per le cure del caso.

La donna, ha permesso agli investigatori della Squadra Mobile di ricostruire l’intera vicenda, raccontando che, nel corso di una rissa avvenuta in Piazza del Carmine tra alcuni cagliaritani e diversi cittadini extracomunitari, nel tentativo di frapporsi fra i due gruppi è stata colpita al volto con un pugno da un extracomunitario perdendo i sensi. Ed ha anche confermato che tre delle persone coinvolte nella rissa erano certamente i due sardi e il giovane nero.

Quindi gli arrestati sono stati dichiarati in arresto e su disposizione del P.M. di turno, Chessa e Serra sono stati riaccompagnati presso la propria abitazione mentre Ibou è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo previsto per oggi.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!