Press "Enter" to skip to content

Inaugurato alla scuola di applicazione dell’Esercito un monumento dedicato al Maggiore Giuseppe La Rosa, in ricordo di un “eroe normale”.

Sassari, 22 Apr 2016. Nella giornata di ieri è stato inaugurato presso il Complesso Infrastrutturale “Città di Torino”, un monumento dedicato al Maggiore Giuseppe La Rosa, Medaglia d’Oro al Valore Militare caduto in Afghanistan l’8 giugno 2013. Alla cerimonia erano presenti i familiari del militare, i vertici della Forza Armata ed i colleghi di corso del Maggiore La Rosa.

Giuseppe La Rosa, “Sassarino d’adozione” originario di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), trentenne all’epoca del tragico avvenimento, prestava servizio nei ranghi del 3° reggimento bersaglieri di Capo Teulada in qualità di Ufficiale addetto alle Operazioni e all’Addestramento. Nel giugno del 2013, impegnato nell’ambito di un team di supporto alle forze armate afghane, veniva fatto oggetto di un vile attentato terroristico durante un movimento logistico. Con un gesto eroico si immolava ponendo il proprio corpo a scudo degli altri membri dell’equipaggio, proteggendoli di fatto dalle dirette conseguenze della tremenda deflagrazione.

Un momento della cerimonia (4) Un momento della cerimonia (6)La realizzazione del monumento, coordinata dal Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, è il frutto della spontanea gara di generosità fra associazioni d’arma, istituzioni e privati cittadini che con tenacia hanno sostenuto i costi di un’opera a ricordo della grandezza d’animo, del dimostrato coraggio e del valore di un “Eroe normale”.

Alla cerimonia ha preso parte il comandante per la formazione specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Giorgio Battisti: “Il monumento inaugurato oggi vuole ricordare tutti i militari caduti per l’Italia in pace e in guerra”, ha affermato nel suo intervento il generale Battisti che, ricordando il Maggiore La Rosa, si è rivolto ai 213 colleghi di corso dell’Ufficiale scomparso, tutti presenti, invitandoli ad una profonda riflessione sui valori che contraddistinguono la professione delle armi.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!