Press "Enter" to skip to content

Giovane pregiudicata di Sassari arrestata dal personale della Polizia di Stato per tentata rapina impropria.

Sassari, 16 Mar 2016 - Durante la mattinata di ieri, personale della Sezione Volanti ha tratto in arresto per rapina impropria, V.A., 35 anni, sassarese, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

La donna, poco prima, aveva tentato di rubare alcuni capi di abbigliamento presso un negozio ubicato nel Corso Vittorio Emanuele, ma era stata fermata dalla commessa insospettita da alcuni rumori provenire dal camerino. E l’addetta alle vendite, dopo un immediato controllo, ha notato per terra una placca antitaccheggio rotta e nel braccio della donna una borsa da cui sbucava una maglietta di proprietà del negozio. Quindi, alla richiesta di restituzione del capo di abbigliamento, la venditrice, che riusciva a rientrare in possesso della maglietta, è stata aggredita dalla pregiudicata la quale, nonostante l’intervento di alcuni passanti, è riuscita a divincolarsi e a darsi alla fuga dirigendosi verso il largo Porta Sant’Antonio. Immediatamente dopo l’episodio segnalato al 113 che ha provveduto a diramare le ricerche della donna alle pattuglie in servizio nel territorio. Poco dopo, un equipaggio dell’Ufficio Sanitario della Polizia, nel transitare nei pressi della stazione ferroviaria, ha individuato una donna corrispondente alla descrizione diramata e, con il concorso di un equipaggio di una Volante, hanno fermato e identificato la sospetta.

In seguito, durante il controllo, all’interno della borsetta in possesso della donna, sono state rinvenute due pinze, una tronchesina e due paia di calzature rubate prima in un negozio cinese, ubicato nella stessa zona.

V.A. è stata, pertanto dichiarata in arresto e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata accompagnata presso la casa circondariale di Bancali (SS) in attesa della convalida dell’arresto.