Press "Enter" to skip to content

I carabinieri della Stazione di Sorso arrestano un giovane nigeriano per tentata violenza sessuale e violazione di domicilio.

Sorso (SS), 22 Gen 2016 - Nella serata di ieri, i carabinieri della Stazione di Sorso, hanno tratto in arresto Memeke Marves, di 30 anni, della Nigeria, alloggiato presso il locale centro d’accoglienza per richiedenti asilo “Il Vivaio”, accusato di tentata violenza sessuale.

Da diversi mesi l’extracomunitario è ospite della struttura sorsese e già in diverse occasioni aveva dimostrato difficoltà d’integrazione sia con i suoi connazionali ma anche con la locale cittadinanza tanto da commettere nel giro di poche settimane altri reati tra cui un episodio simile a quello di ieri.

Nel tardo pomeriggio di ieri, come ogni giorno il richiedente asilo nel nostro paese, è uscito dal centro d’accoglienza ed ha iniziato a passeggiare nella zona di “Serralonga - Bagnu”, fino ad arrivare nei pressi dell’abitazione di una donna 55enne, del paese che, proprio nel momento in cui passava il giovane, si trovava nel suo giardino.

Il giovane di colore, alla vista della donna, forse rassicurato dal fatto di trovarsi in una zona isolata e convinto che di lì nessuno potesse passare, è entrato nella proprietà della signora ed a nulla sono valsi i ripetuti ed energici tentativi della vittima di farlo uscire.

Nel frattempo il nigeriano ha portato avanti ripetute avances e continui tentativi di toccare la donna che, nonostante l’attiva resistenza opposta, è stata più volte palpeggiata. E solo il coraggio e l’estrema determinazione, ha permesso alla donna prima di fuggire e poi di chiamare i Carabinieri.

Sul posto subito dopo la richiesta di aiuto tramite il numero di emergenza dei carabinieri “112”, sono giunti sul posto i militari della Stazione cc di Sorso, già impegnati un servizio di perlustrazione, da dove l’aggressore era appena fuggito, sicuramente intuendo l’arrivo dei soccorsi.

In seguito, dopo aver avuto una sommaria descrizione circa la fisionomia del ricercato, ha permesso agli uomini dell’Arma di capire di chi si trattava, anche in considerazione del fatto che qualche giorno prima il giovane era già stato denunciato.

Le ricerche sono partite immediatamente e si sono protratte per tutta la sera fino a quando il trentenne, che non era di proposito rientrato presso il centro d’accoglienza, è stato individuato nelle campagne sorsesi, bloccato e portato nella caserma dei Carabinieri del paese.

Gli accertamenti condotti dai militari hanno permesso di identificarlo compiutamente quale l’autore del reato ed è stato dichiarato in stato di fermo, con l’accusa di tentata violenza sessuale e violazione di domicilio.

In considerazione del fatto che solo poche settimane prima il Memeke, era stato autore di un medesimo episodio ai danni sempre di una giovane donna, è stato rinchiuso presso la casa circondariale di Sassari – Bancali, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »
More from CRONACAMore posts in CRONACA »