Press "Enter" to skip to content

Industria, Porto Torres: Piras, “condividiamo le ragioni della protesta”.

Cagliari, 26 Nov 2015 – “Condividiamo le ragioni della protesta che sono conseguenti a una situazione di sofferenza e disagio dell’area industriale di Porto Torres e del territorio: consideriamo la manifestazione una forte spinta che rafforza la posizione della Regione nell’interlocuzione con l’ENI e con il Governo”. Lo ha detto l’assessore dell’Industria, Maria Grazia Piras, alla vigilia della manifestazione organizzata dai sindacati a Porto Torres. “La Regione sta lavorando da tempo per supportare la chimica verde, così come sancito dal protocollo d’Intesa siglato nel 2011. Non siamo stati fermi: strategia di specializzazione intelligente, Programma di Sviluppo Rurale, Piano Regionale di Sviluppo e Fondi Jessica rappresentano le iniziative portate avanti dalla Giunta per lo sviluppo del settore della bioeconomia.

Stiamo predisponendo, inoltre, un pacchetto di Green Public Procurement che agevolerà l’utilizzo di bioplastiche e biomateriali. L’ENI deve mantenere gli impegni assunti davanti a Governo e Regione sulla chimica verde. Se il protocollo d’Intesa del 2011 non è più attuale - ha detto l'assessore Piras - la Regione è pronta a ridiscuterlo in sede di tavolo regionale e ministeriale. Sono due le condizioni che poniamo: che il totale degli investimenti rimanga invariato e che gli stessi investimenti riguardino interventi produttivi e di stimolo per l’indotto”. I temi della chimica e la presenza di ENI sono tra le priorità che saranno affrontate nella riunione con le rappresentanze sindacali che è stata convocata dal presidente Pigliaru nei prossimi giorni. Obiettivo dell’incontro è l’attivazione di tavoli specifici di condivisione e programmazione sulle principali urgenze e sulle iniziative da adottare insieme.

More from POLITICAMore posts in POLITICA »