Press "Enter" to skip to content

Bruxelles, la polizia cerca due uomini, avrebbero bomba. Secondo i media uno potrebbe essere Salah

Bruxelles, 22 Nov 2015  - A Bruxelles gli inquirenti sono alla ricerca di almeno due uomini di cui uno trasporterebbe una bomba del tipo di quelle azionate dai kamikaze negli attacchi di Parigi. Secondo i media potrebbe essere lo stesso Salah Abdeslam, il jihadista che non si è fatto esplodere a Parigi ed è ricercato in tutta Europa. È quanto si legge sul sito di Le Soir.

Sarebbe questa l'informazione alla base della decisione dell'antiterrorismo di elevare il livello di allerta al massimo. I media ricordano che uno dei due amici che hanno riportato Salah da Parigi a Bruxelles sabato scorso, ha detto di averlo visto "molto nervoso" e con un vestito molto grosso, come se avesse una "cintura esplosiva o qualcosa del genere". Inoltre, dalle indagini di Parigi è emerso che tutti i terroristi portavano una cintura esplosiva, quindi è verosimile che anche Salah abbia ancora la sua, scrive Le Soir.

Le forze speciali belghe hanno arrestato quattro persone, a bordo di un'autovettura considerata sospetta, a Place du Grand Sablon, a Bruxelles. Lo ha riferito la tv RTL, precisando che al momento le autorità non hanno fornito maggiori informazioni.

La polizia ha inoltre effettuato un'operazione a Bierges, a pochi chilometri a sud di Bruxelles, nel Brabante vallone. Almeno sei giovani sono stati fermati e interrogati. Gli agenti si sono presentati in forze, con sei camionette e diverse volanti. Secondo fonti della Derniere Heure, Salah Abdeslam era solito frequentare quella zona.

È tutto chiuso a Bruxelles: teatri, metropolitane, annullate tutte le attività sportive, incluso il campionato di calcio. Le persone sono state invitate a non andare in posti affollati. E' massima allerta nella capitale belga perché - ha detto oggi in conferenza stampa il premier Charles Michel - "c'è il rischio di attentati simili a Parigi, gli obiettivi potenziali sono centri commerciali, trasporti comuni, grandi eventi, che saranno annullati per consentire di risparmiare forze dell'ordine". L'aumento del livello di allerta (portato per Bruxelles a livello 4, a livello 3 per il resto del Paese) è dovuto - ha spiegato Michel - al rischio di attentati da parte di individui con armi ed esplosivi, forse in molteplici luoghi". La decisione di innalzare l'allerta terrorismo è stata assunta sulla base di "informazioni precise", ha aggiunto il primo ministro, precisando che il Centro di crisi - che effettua la valutazione del livello di allerta - tornerà a riunirsi domenica mattina e il governo farà il punto sulla situazione nel pomeriggio.

Michel ha spiegato che il governo non può "fare nessun commento sulle indagini in corso" proprio mentre i media locali davano notizia del ritrovamento di esplosivi e prodotti chimici, nel corso di perquisizioni venerdì sera, nel quartiere di Molenbeek, la 'banlieue' di Bruxelles. Il quartiere è lo stesso da cui provenivano la 'mente' degli attacchi parigini, Abdelhamid Abaaoud - rimasto ucciso nel blitz a Saint-Denis - e Salah Abdeslam, il membro del commando in azione nella capitale francese che si ritiene sia ancora in fuga. Il premier belga ha infine raccomandato alla popolazione di "mantenersi informata utilizzando i canali ufficiali" e ha diffuso un numero telefonico di emergenza per fare domande e ottenere consigli.

Nel testo diramato stamane dal Centro di crisi del ministero dell'Interno si mette in guardia la popolazione per "un'imminente e molto grave minaccia nella regione di Bruxelles che richiede l'assunzione di specifiche misure di sicurezza così come di raccomandazioni alla popolazione".

Tra queste "evitare posti con alte concentrazioni di persone nella regione di Bruxelles: concerti, stazioni ferroviarie e aeroporti, trasporti pubblici, le zone ad altra concentrazione commerciali (strade affollate di negozi)". Si chiede anche di "facilitare i controlli di sicurezza" e di "non contribuire a diffondere voci infondate ed attenersi e seguire solo le informazioni ufficiali dalle autorità locali e della polizia". Il comunicato si conclude sottolineando che "non saranno forniti stasera ulteriori elementi perché sono in corso indagini".

È stato istituito il numero 1771 per contattare il Centro di crisi. Tutte le stazioni della metropolitana sono state chiuse. In mattinata gli autobus continuavano a circolare, mentre alcuni tram avevano sospeso il servizio. La situazione sarà riesaminata giorno per giorno.

Il Centro di Crisi ha chiesto l'annullamento di tutte le partite di calcio in programma questo fine settimana in prima e seconda divisione del campionato belga. Nessun incontro di divisione inferiore sarà organizzato inoltre nella regione di Bruxelles.

Le partite di basket a livello regionale e provinciale sono state annullate.

Sono stati rafforzati gli effettivi di polizia e forze armate. Da questa notte sono in corso pattugliamenti congiunti: unità composte da due soldati armati e un agente di polizia sono state dispiegate in diversi punti della città (Avenue Louise, Place du Grand Sablon, Porte de Namur Rue Neuve).

Il concerto del rocker francese Johnny Hallyday in programma questa sera al Palais 12 sull'altopiano dell'Heysel è stato annullato.

I treni non servono la stazione ferroviaria di Bruxelles-Schuman. Al momento non è previsto alcun altro provvedimento per il servizio ferroviario.

Un allarme bomba ha portato all'evacuazione dell'Hotel Simoncini a Lussemburgo. Unità speciali di artificieri hanno allontanato clienti e personale a causa di un pacco sospetto. L'allarme è poi rientrato, ma una persona è stata arrestata. E' quanto rivela il quotidiano lussemburghese Luxemburger Wort nella sua edizione online, citando fonti della polizia locale.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!