Press "Enter" to skip to content

Profughi, 20mila in Germania in 2 giorni. Vienna contro Orban: “deporta migranti in stile nazista”

Budapest, 13 Set 2015 - Continua il flusso dei profughi in Germania. 20mila gli arrivi negli ultimi due giorni e i profughi potrebbero arrivare ad una cifra record: la Bbc, che cita una fonte tedesca, parla di 40mila persone che potrebbero attraversare il confine tedesco in questo fine settimana. Se le stime fossero esatte gli arrivi raddoppierebbero rispetto allo scorso week end. Per far fronte all'emergenza la Germania ha schierato 4000 militari per il supporto logistico. Monaco Di Baviera rischia il collasso, cominciano a scarseggiare i posti di accoglienza. Secondo alcuni media tedeschi è in progetto l'allestimento di un enorme centro di accoglienza nel Nord della Germania per togliere un po’ di carico alla Baviera, ma il governo non ha confermato.

Continua l'emergenza anche in Ungheria dove nelle ultime 24 ore sono arrivati 3mila profughi. Sono stati finora 181.014 i migranti della rotta balcanica che dall'inizio dell'anno sono entrati in Ungheria. Lungo il confine meridionale con la Serbia saranno schierati 4.300 militari ungheresi per affiancare le forze di polizia nel completamento della barriera difensiva anti-immigrati. Lo ha annunciato il ministro della difesa ungherese Istvan Simicko.

Intanto le ferrovie ungheresi hanno cominciato i lavori per la costruzione di una "porta" lungo i binari della linea tra Subotica (Serbia) e Szeged (Seghedino, Ungheria), una sorta di barriera per i migliaia di profughi che passano il confine fra i due Paesi, lungo la ferrovia per evitare il muro metallico alla frontiera. La "porta", destinata a bloccare il flusso di migranti, dovrebbe essere pronta entro lunedì.

Martedì 15 settembre è prevista l'entrata in vigore in Ungheria delle nuove norme in fatto di immigrazione, con l'arresto di chi entrerà illegalmente nel Paese e condanne fino a tre anni di carcere. Il premier Viktor Orban ha detto a più riprese che i clandestini verranno rimandati nel Paese di provenienza. Si intensifica l'attivita della polizia in tutti i villaggi lungo il confine: i profughi senza carta di identificazione che nella notte hanno attraversato campi e strade per arrivare a Szeged e prendere un treno per Budapest vengono fatti salire a bordo di blindati e auto della polizia e portati nei centri di raccolta. Altri sono costretti a marciare a piedi, scortati dagli agenti.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!