Press "Enter" to skip to content

Lo sport, un ponte tra Sassari e la Palestina: oggi a Palazzo Ducale una delegazione di atleti di Gerico che parteciperanno al “Mennea Day” allo stadio dei pini.

Sassari 31 Ago 2015 – Per alcune settimane si alleneranno a Sassari e parteciperanno al secondo stage di atletica leggera che, dal 30 agosto al 15 settembre, si svolgerà allo stadio dei pini “Tonino Siddi”. Sono “I giovani di Gerico” gli atleti palestinesi che saranno protagonisti della manifestazione “Lo sport: un ponte per la Palestina”, organizzato dall'associazione “Ponti non muri” in collaborazione con il Cus Sassari.

Duha Idriss, Murad Moghrabi, Ameer Ziad, Natali Shaeen (attaccante dalla squadra nazionale di calcio palestinese) e il loro tecnico accompagnatore Ahmad Darrash si preparano anche in vista del “Mennea Day – trofeo Ponti non muri” che, inserito all'interno della “XIV giornata del super premio 2015”, si svolgerà a Sassari il 12 settembre, sempre allo stadio di via Baldedda, in memoria dell'atleta di Barletta scomparso ormai da due anni.

Questa mattina gli atleti sono stati ricevuti a Palazzo Ducale dal presidente del consiglio comunale Antonio Piu e dall'assessora comunale allo Sport Maria Francesca Fantato. Con loro Mohammed Isayed, rappresentante del Comune di Gerico, quindi di Lavinia Rosa dell'associazione Ponti non Muri e ancora Pierangelo Catalano dell'Isprom e per il Cus Sassari il presidente Nicola Giordanelli e il consigliere Giorgio Fenu. Era presente anche il consigliere comunale Salvatore Sanna.

A dare il benvenuto agli atleti è stato il presidente del consiglio Antonio Piu che ha voluto ricordare il già positivo incontro dello scorso anno, con una precedente delegazione, «si tratta –ha detto – di una occasione positiva che consentirà sia a loro sia ai nostri giovani di fare una valida esperienza di integrazione».

Lavinia Rosa di Ponti non Muri ha ribadito il concetto e ha ricordato gli impegni dell'associazione Ponti non Muri. Nata nel 2007, l'associazione attraverso le sue attività si occupa di far conoscere la drammatica realtà che si vive in Palestrina e ha attivato due progetti specifici, il primo a sostegno dell'orfanotrofio “La Crèche di Betlemme” e il secondo a sostegno della squadra mista di atletica leggera “Nadi Shabab Ariha” di Gerico.

L'assessora comunale allo Sport, Maria Francesca Fantato, ha messo in evidenza l'importanza di «uno scambio che non è solo la condivisione di una pratica sportiva ma di una cultura, di stili di vita e bagagli di esperienza. Siamo lieti della sinergia tra i soggetti che hanno promosso quest'iniziativa che – ha concluso – sarà importante per i giovani atleti della Palestina e per i nostri giovani che si confronteranno con loro».

I giovani, accompagnati dal presidente dell'assemblea civica e dalla rappresentante della giunta di Nicola Sanna, hanno visitato la mostra su Caravaggio e i caravaggeschi, quindi la sala consiliare e le cantine del duca.

A contribuire a questa esperienza sportiva e di vita per gli atleti sono, oltre al Comune di Sassari, anche l'Atp, l'Università di Sassari, la Fondazione Banco di Sardegna, il Comune di Gerico in Palestina e l'Istituto di studi e programmi per il Mediterraneo, Isprom.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!