Press "Enter" to skip to content

Mette l’annuncio per vedere la sua vettura ma viene rapinato dal compratore, eseguito un fermo da parte dei carabinieri di Sanluri

Nella primo pomeriggio del di ieri, i Carabinieri della compagnia di Sanluri hanno eseguito un fermo di Polizia Giudiziaria per una rapina di autovettura avvenuta la sera prima a Sardara.

Da qualche settimana un giovane di Sanluri aveva pubblicato un annuncio sul sito www.subito.it per vendere la vettura Alfa Romeo 166 di famiglia. Ieri sera, verso le 19,30, aveva fissato un incontro con un’acquirente che lo aveva contattato nei giorni precedenti, dicendosi interessato all’acquisto. I due, su richiesta del compratore, sono andati a fare un giro di prova, ma giunti all’altezza di Sardara l’uomo ha puntato un coltello alla gola dell’altro, intimandogli di scendere dall’auto e fuggendo in direzione di Cagliari. L’immediato allarme lanciato dalla vittima ha consentito di raccogliere subito diversi elementi, tra cui la descrizione del soggetto, con l’indicazione precisa dell’accento che tradiva la provenienza dal sud Italia del rapinatore, nonché il fatto che lo stesso fosse giunto all’appuntamento con una VW Golf vecchio tipo verde metallizzato.

Questi elementi, ma anche il numero di cellulare rimasto impresso nella memoria del telefonino del venditore a seguito del primo contatto per l’acquisto, hanno consentito di risalire ad alcune persone di Villacidro, di cui uno in possesso della Golf verde, che tra le sue amicizie vantava quella di un 39enne della provincia di Potenza, già conosciuto per reati contro il patrimonio. Appena rintracciato si è verificato che la scheda telefonica era a lui in uso, sebbene in quel momento non in suo possesso ed intestata ad una terza persona completamente estranea ai fatti. E’ stato quindi condotto presso gli Uffici della Compagnia di Sanluri dove è stato riconosciuto dalla vittima in modo inequivocabile.

Gli elementi raccolti, il fatto che fosse senza fissa dimora e che potesse fuggire, sentito anche il PM di turno Cariello, hanno consentito di effettuare immediatamente un Fermo di P.G., per il quale il soggetto, Michele Pallotta, 39 anni, della provincia di Potenza, ma da anni trasferitosi in Sardegna, pregiudicato per fatti analoghi, tossicodipendente, è stato condotto presso il Carcere di “Buoncammino” di Cagliari, in attesa della convalida da parte del GIP.

L’uomo, sottoposto a perquisizione personale è stato anche trovato in possesso di alcuni documenti di identità oggetto di furto con strappo a Cagliari via Tiziano, in pieno centro, il 25 gennaio. Per questo fatto Pallotta è stato denunciato in stato di libertà.

Dato che il veicolo non è stato trovato, si stanno effettuando tutti i controlli per verificare dove possa essere stato “depositato” e chi sono gli eventuali complici, nonché accertare se vi siano stati analoghi episodi nei quali lo stesso possa essere coinvolto.