Press "Enter" to skip to content

I Carabinieri della Compagnia di Oristano hanno arrestato due persone che sono state associate alla Casa Circondariale di Massama.

I carabinieri della Stazione di Terralba hanno dato esecuzione a un  decreto di revoca della detenzione domiciliare e conseguente ordine di carcerazione  emesso dal Magistrato di Sorveglianza di Cagliari a carico di M.G., di 25 anni,  pregiudicato del luogo, il quale dovendo scontare una pena detentiva pari a nove mesi e dieci giorni, perché riconosciuto colpevole di vari furti aggravati commessi a Santa Giusta e Terralba fra il 25 e 26 ottobre del 2012 (fatti accertati dall’Arma locale), durante la detenzione domiciliare è stato denunciato altresì per il reato di evasione, da cui è scaturita anche la segnalazione per l’aggravamento della misura detentiva.

Invece a Riola Sardo, i militari della Stazione cc del paese, hanno dato esecuzione a un decreto di sospensione dell’affidamento in prova ai servizi sociali e conseguente ordine di carcerazione emesso dal Magistrato di Sorveglianza di Cagliari a carico di D.A., di 51 anni, pregiudicato del luogo, già condannato alla pena di anni uno e mesi di due di reclusione per i reati di lesioni personali, evasione, minaccia, violazione di domicilio, commessi  a Nurachi negli anni 2007, 2008 e 2009, per i quali aveva proceduto l’Arma locale.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso su richiesta  del comando procedente poiché il 17 febbraio scorso l’arrestato veniva deferito in stato di libertà per i reati di lesioni personali aggravate e calunnia, fatti da cui scaturiva la segnalazione al Magistrato di Sorveglianza.