Press "Enter" to skip to content

Predisposto dall’amministrazione provinciale di Nuoro piano di salvamento a mare

La Provincia di Nuoro, nell’ambito delle proprie competenze in materia di Protezione Civile, ha predisposto, anche per la stagione estiva 2012, un servizio di vigilanza e soccorso nelle spiagge libere dei Comuni costieri per garantire assistenza, sicurezza e soccorso a turisti e bagnanti presenti nei litorali della costa orientale.

Il progetto di Piano per la prevenzione e soccorso balneare sarà attuato dal 6 luglio al 7 settembre, dalle 10:00 alle 19:00 nei giorni feriali e dalle 9:00 alle 19:00 nei giorni pre-festivi e festivi nelle spiagge dei Comuni di Posada, Siniscola e Dorgali che hanno condiviso ed approvato il Piano individuando i tratti di costa interessati al servizio e mettendo a disposizione una somma di compartecipazione alla spesa per l'erogazione del servizio.

"Il nostro obiettivo è quello di assicurare un presidio di personale abilitato e personale sanitario in grado di garantire, attraverso un’adeguata dotazione di mezzi, la sorveglianza e l’intervento in caso di necessità  -  ha spiegato l’assessore provinciale alla Protezione Civile,  Franco Corosu - I risultati positivi ottenuti nelle ultime stagioni estive  hanno spinto la Provincia di Nuoro e i Comuni aderenti a riproporre il servizio di salvamento con l’installazione di nove postazioni e l’impiego di 36 addetti al salvamento e 9 addetti al primo soccorso. La Provincia - ha sottolineato l’assessore Corosu - ha il compito di predisporre il Piano Operativo di prevenzione e soccorso e deve garantire, tramite l’ufficio di Protezione Civile, l’efficacia e l’efficienza di tutte le azioni vigilando sulla corretta attuazione del piano stesso”.

Il progetto, per una spesa complessiva di quasi 132 mila euro, nello specifico, prevede l’installazione di nove moduli di soccorso balneare composti da una torretta centrale di sorveglianza del litorale, dotata di attrezzature di soccorso e sanitarie per il primo intervento,  nella quale sarà presente un assistente bagnante per la valutazione della situazione, la segnalazione agli Assistenti Bagnanti a terra e agli altri operatori e il coordinamento degli interventi.

Saranno previste poi diverse Colonnine di soccorso dislocate lungo il litorale, (a circa 250 metri di distanza) che servono a segnalare situazioni di pericolo o emergenza direttamente alla torretta. Nel tratto del litorale saranno disponibili inoltre due pattini per gli interventi di salvataggio a breve distanza e una moto d’acqua per interventi rapidi.

Il servizio di soccorso balneare sarà gestito da minimo tre Assistenti bagnanti, in possesso del brevetto di salvataggio e da un soccorritore esperto in primo soccorso. L’attuazione del servizio verrà affidata alle organizzazioni di volontariato ONLUS alle quali verrà affidato il coordinamento delle azioni.

La Provincia coprirà direttamente le spese vive che le Organizzazioni sosterranno per l'acquisto di attrezzature mancanti, per le assicurazioni delle attrezzature e per il reintegro dei materiali sanitari utilizzati.
Nel piano è prevista inoltre una campagna di informazione e sensibilizzazione destinata agli utenti per la descrizione del Piano stesso, lo svolgimento e l’utilizzo del servizio e le norme di comportamento. Com